'47 Lancia una raccolta di capsule Black College, Just In Time per il mese della storia nera

Storicamente le università e le università nere (HBCU) sono il risultato delle persone di colore che trasformano un negativo in un positivo, poiché la storia ha richiesto così spesso alla comunità nera. Prima dell'integrazione, gli studenti neri erano in gran parte squalificati dal frequentare istituti di istruzione superiore o soggetti a quote per limitare la loro ammissione. Pertanto, gli HBCU sono stati stabiliti in tutto il paese e hanno ammesso studenti di ogni provenienza, etnia e colore della pelle. Ci sono ora 101 HBCU pubblici e privati ​​in tutto il paese che sono ufficialmente riconosciuti dalla legge sull'istruzione superiore degli Stati Uniti (1965) – che ha permesso a queste istituzioni speciali di ricevere sovvenzioni federali dirette, incluso un programma di abbinamento per i contributi privati.

In celebrazione di queste scuole e del Mese della storia nera in generale, il marchio sportivo lifestyle '47 ha lanciato una capsule collection di cappelli, magliette e felpe con cappuccio in onore di 12 HBCU – Florida A & M, Hampton University, Howard University, Lincoln University, Morehouse College, Tuskegee Università, NC AT & T, Grambling State University, Spelman College, Morgan State University, Bethune-Cookman University e Clark Atlanta University. La linea presenta anche abbigliamento e cappelleria HBCU specifici per la scuola. I prodotti sono caratterizzati da stili47: firma 47 di 47, una taglia unica adatta a tutti i cap fit, 'CAPTAIN, una visiera piatta e strutturata, '47 SUPER RIVAL Tee, e '47 HEADLINE Hood, e ogni caratteristica un logo speciale disegnato dal '47 in esclusiva per ogni scuola.

La campagna presenta l'influencer Alexis "Lexi" Felder, laureato alla Clark Atlanta University, e giornalista e personalità on-camera Brandon "Jinx" Jenkins. La capsule collection è ora disponibile online e in vari bookstore del campus, quindi c'è ancora tempo per festeggiare il Black History Month in grande stile.

( Fonte )

Commenta su Facebook