40 delle affermazioni errate più divertenti che le persone hanno condiviso con fiducia online (nuove foto)

Sappiamo tutti che non dovremmo credere a tutto ciò che leggiamo online. Riesco ancora a sentire la voce del mio insegnante di inglese di prima media dietro la mia testa che ci avverte dell'inaffidabilità di Wikipedia. Sebbene Internet sia diventata una fonte inestimabile per l'istruzione e la connessione, può anche essere un pozzo nero di disinformazione. Nell'era attuale delle "notizie false", può essere difficile discernere tra fonti affidabili e affermazioni infondate. Tuttavia, a volte le persone si sbagliano clamorosamente e le loro affermazioni meritano di essere trattate.

È qui che entra in gioco il subreddit r/ConfidentlyIncorrect . Con quasi 800.000 membri, questo gruppo si dedica alla raccolta di esempi di disinformazione che sono stati orgogliosamente proclamati online. Ospita innumerevoli esempi di tweet, post di Facebook, storie di Instagram e altro con riprese oggettivamente errate che vorremmo solo fossero state condivise ironicamente. Goditi questo elenco che abbiamo compilato su Bored Panda di alcuni dei migliori esempi, e se sei dell'umore giusto per ridere di affermazioni ancora più errate con sicurezza in seguito, dai un'occhiata ad alcune delle nostre precedenti raccolte qui e qui .

# 1 Brb, vado a tingere i miei capelli con i colori dell'arcobaleno, così le persone come queste saranno respinte

Crediti immagine: quasi infinito

L'ignoranza può essere beatitudine, ma essere ridicolizzato su Reddit non lo è certamente. Logicamente, dovremmo fare marcia indietro quando ci viene chiesto di diffondere disinformazione. È interessante notare, tuttavia, che un ego ferito può effettivamente alimentare la fede in false idee. Brendan Nyhan, un politologo del Dartmouth College, ha esplorato questo cosiddetto "effetto di ritorno di fiamma" in un articolo del 2021. Nyhan ha spiegato che una tipica risposta alle convinzioni errate è cercare di "mettere in chiaro le cose fornendo informazioni accurate, ad esempio fornendo prove del consenso scientifico sul cambiamento climatico". Sfortunatamente, questo non è sempre il percorso più efficace.

Quando l'ascoltatore è già scettico, è probabile che non abbia una mente aperta. Nyhan ha scoperto che anche "le informazioni correttive nei notiziari potrebbero non riuscire a ridurre le percezioni errate e talvolta possono aumentarle per il gruppo ideologico che ha maggiori probabilità di mantenere quelle percezioni errate". Ad esempio, è più probabile che un democratico accetti la correzione di una falsa affermazione che George W. Bush ha fatto sull'Iraq rispetto a un repubblicano. Può essere difficile per le persone riconoscere la propria fallibilità senza prenderla sul personale.

#2 Hiv e Covid sono la stessa cosa… giusto?

Crediti immagine: Formal_Expert335

Fortunatamente, l'effetto di ritorno di fiamma non è impenetrabile. Nonostante siamo testardi, ma siamo in grado di cambiare idea. Un pericolo più grande che rende difficili da sradicare le percezioni errate, osserva Nyhan, sono i media. Condivide che i media "spesso non controllano in modo aggressivo le false dichiarazioni delle élite politiche o ricorrono a una copertura neutrale" ha detto" "ha detto" delle controversie sui fatti". Apparentemente, "le prove del sondaggio indicano che le false convinzioni su questioni di alto profilo spesso persistono per anni o decenni nonostante i vasti sforzi di giornalisti, scienziati e funzionari pubblici per mettere le cose in chiaro".

Un notevole esempio fornito da Nyhan è la convinzione che le truppe statunitensi abbiano trovato armi di distruzione di massa in Iraq nel 2003. È stato chiarito all'epoca e negli anni successivi che non ne erano state trovate, ma un sondaggio nel 2015 ha rivelato che 42 La % degli americani, compreso il 51% dei repubblicani, credeva ancora il contrario.

Una conclusione simile è stata trovata quando nel 2015 è stato condotto un sondaggio chiedendo agli americani quale religione praticasse il presidente Obama. Nonostante Obama si sia etichettato come cristiano e abbia frequentato la chiesa per anni, giravano voci secondo cui fosse segretamente musulmano. Il sondaggio ha rilevato che il 29% degli americani, incluso il 43% dei repubblicani, lo considerava ancora musulmano.

# 3 Su come essere cool e non uno sciocco

Crediti immagine: Intensly_Human

# 4 Immagina di presumere che le persone cancellino la propria cultura da sole

Crediti immagine: diego_le_blanco

In termini di ego fragili che contribuiscono al fiorire della disinformazione, adattarsi è apparentemente una priorità per noi più alta dei fatti. Esplorato in un articolo del New York Times di Max Fisher, il bisogno di sentirsi parte di noi è sorprendentemente potente. "Per quanto ci piaccia pensare a noi stessi come esseri razionali che mettono la ricerca della verità al di sopra di ogni altra cosa", inizia Fisher. "Siamo animali sociali predisposti per la sopravvivenza". Osserva che l'ostilità alimentata dalla polarizzazione dell'idea ci fa aggrapparci ai gruppi a cui sentiamo di appartenere. "Una volta che i nostri cervelli passano alla modalità 'conflitto basato sull'identità', diventiamo disperatamente affamati di informazioni che affermeranno quel senso di noi contro di loro, e molto meno preoccupati per cose come la verità".

# 5 Vegetali da caccia

Crediti immagine: samphga

# 6 Quando non puoi distinguere antenne e pannelli solari

Crediti immagine: beerbellybegone

Molti di noi sanno come le differenze politiche possono recidere le relazioni e far sbocciare pregiudizi, ma possono anche renderci inclini a diffondere false informazioni. Un esempio utilizzato da Fisher è quanto le persone siano sensibili alla ricompensa sociale. "La ricerca dimostra che le persone che ottengono feedback positivi per la pubblicazione di dichiarazioni infiammatorie o false hanno molte più probabilità di farlo di nuovo in futuro". Tutta la stampa è buona stampa, suppongo?

Infatti, quando si ritwittano le informazioni, "la veridicità di un post o l'accuratezza di un reclamo non era una motivazione identificata". Jon-Patrick Allem, professore di ricerca presso la University of Southern California, ha studiato il ruolo svolto dai social media nell'alimentare la disinformazione su Covid-19. La sua ricerca ha concluso che "gli utenti di Twitter tendono a ritwittare per mostrare approvazione, discutere, attirare l'attenzione e intrattenere". Dopotutto è un sito di social network. Ma la mancanza di preoccupazione per la veridicità è preoccupante quando 7 utenti Twitter su 10 considerano il sito una fonte di notizie .

#7 ????

Crediti immagine: Abby Hutio

# 8 Sono stati commessi errori

Crediti immagine: BUTTHOLE-MAGIC

# 9 Se non è bianco, è incivile

Crediti immagine: alexaclova

Una statistica sfortunata sulle notizie false è che l'età è il predittore più accurato di chi condividerà la disinformazione. Secondo uno studio della Princeton University e della New York University, "le persone di età pari o superiore a 65 anni hanno una probabilità sette volte maggiore di condividere notizie false rispetto a quelle di età compresa tra 18 e 29". Quelli di noi che sono cresciuti nell'era di Internet sono naturalmente più esperti online e può essere difficile insegnare ai nostri anziani questa alfabetizzazione digitale. Soprattutto su piattaforme come Facebook, è incredibilmente facile che la disinformazione venga rapidamente condivisa nelle camere dell'eco.

# 10 Qual è la parola gallese per "troppo sicuro di sé"?

Crediti immagine: ctsmithers

# 11 Sto contando tre cose sbagliate con questo

Crediti immagine: DeathRaeGun

# 12 Credo che abbiamo

Crediti immagine: scuczu

Alla ricerca di modi per uscire dalla tua camera dell'eco dei social media? Christopher Seneca ha scritto un pezzo per Wired condividendo idee su come evitare il pregiudizio perpetuo di conferma online. Per quanto sia confortante associarci a persone che la pensano allo stesso modo, non dobbiamo dimenticare che sfidare le nostre idee può essere importante. "Le società di social media si affidano quindi ad algoritmi adattivi per valutare i nostri interessi e inondarci di informazioni che ci faranno scorrere", osserva Seneca. Ma possiamo provare attivamente a presentarci con nuove informazioni. Il primo passo che Seneca suggerisce è quello di "piacere a tutto". Gli algoritmi non possono individuarti se non glielo permetti.

# 13 Glenn Beck è cattivo con la storia

Crediti immagine: Boel_Jarkley

# 14 Sono così vicini a ottenerlo

Crediti immagine: Tara_is_a_Potato

# 15 Vergine Maria Irl, Amirite?

Crediti immagine: Responsible_Fill2380

Il prossimo passo per espandersi è "ingoiare le tue opinioni preconcette e seguire pubblicazioni di prestigio attraverso lo spettro politico". Questo ti aiuta a evitare notizie troppo lontane su entrambi i lati dello spettro, che sono spesso spinte a incitare discussioni. Seneca dice anche di diffidare di chi segui e del ruolo che svolgono sui social media. Se un amico ha molti follower e post frequentemente, ma non ne segue molti altri, in particolare nessuno con opinioni diverse, il suo contenuto potrebbe non essere adatto a te. Successivamente, Seneca consiglia di modificare le impostazioni per rendere il feed cronologico, anziché predefinito, che spinge i contenuti con cui l'algoritmo si aspetta che tu interagisca. Infine, crea spazio per nuove voci. Se sai che qualcuno condivide le tue convinzioni, considera la possibilità di disattivarlo per consentire a qualcun altro di entrare.

L'utente n. 16 dice al giocatore Nfl di prendere una lezione in economia. Bene…

Crediti immagine: FLAMlNSPAZ12

# 17 È una bufala

Crediti immagine: StayPuzzled

#18 2020 + 80

Crediti immagine: springheeledjack69

In termini di lotta alla diffusione della disinformazione, Nyhan non vuole che le persone si sentano in colpa. Dice che "dobbiamo prima riconoscere il ruolo che le élite svolgono nel promuovere false credenze e collegarle alle identità politiche delle persone". Ha spiegato che i media devono smettere di sensazionalizzare le notizie e promuovere la polarizzazione delle credenze. Le testate giornalistiche dovrebbero "cercare di evitare di amplificare false affermazioni… quando discutono di fatti e scienza". Non è necessario che i messaggi siano "bilanciati" quando ciò significa fornire una piattaforma per teorici della cospirazione e negazionisti della scienza. "Invece, giornalisti e comunicatori scientifici dovrebbero enfatizzare le opinioni di esperti imparziali".

# 19 Da questo esempio direi: Difficile no a Homeschool, signora

Crediti immagine: cimocw

# 20 Zuppa del giorno

Crediti immagine: fnnkybutt

# 21 Perché non diresti Buon Natale?!

Crediti immagine: iregretjumping

Nyhan continua dicendo che le esperienze personali possono essere potenti e incoraggia i lettori a essere attenti. È più difficile negare gli effetti del cambiamento climatico mentre assistiamo più frequentemente agli eventi meteorologici estremi con i nostri occhi. Osserva che molti americani "attribuiscono le loro cambiate opinioni sul matrimonio gay alle esperienze personali" con coloro che fanno parte della comunità LGBT. Anche il diffuso consenso sul fatto che il fumo causi il cancro è stato aiutato da molte persone che conoscono qualcuno con una malattia correlata al fumo.

# 22 "L'ateismo è una religione"

Crediti immagine: da_skeetboi

# 23 Quasi come se si sbagliassero

Crediti immagine:Remarkable-World3430

# 24 Il colpo di tetano è letteralmente un vaccino. La dose che si ottiene quando si è feriti è letteralmente un booster

Crediti immagine: Flupox

Infine, Nyhan non perde quanto i funzionari eletti siano reattivi alla stampa negativa. Chiede "un controllo di alto profilo sulla retorica d'élite" per scoraggiare la diffusione della disinformazione. In sostanza, Nyhan chiede che coloro che dispongono di una piattaforma siano ritenuti responsabili. Sebbene possiamo scegliere quali media consumiamo, in una certa misura, impedire che vengano pronunciate false affermazioni è la tattica più efficace per combattere le notizie false.

# 25 In che modo le persone credono a questa spazzatura

Crediti immagine: Squirty194

# 26 Risolto

Crediti immagine: jennn79

# 27 Penso di aver dimostrato il mio punto

Crediti immagine: MadAsTheHatters

Non posso fare a meno di provare una sfumatura di simpatia per gli utenti di Internet che sono annegati dal diluvio di disinformazione da cui molti di noi sanno come uscire. Ma dobbiamo ritenere gli altri responsabili di aggrapparsi a idee false e di averle rese più diffuse, in particolare convinzioni che portano pregiudizi dannosi. Siamo così fortunati a vivere in un'epoca in cui le informazioni sono infinitamente accessibili, facciamo tutti del nostro meglio per cercare fonti affidabili. Non dimenticare mai di impegnare le tue capacità di pensiero critico e, in caso di dubbio, controlla questi fatti.

# 28 Non solo si sbagliavano sul limite di tempo, ma erano anche matematicamente scorretti?

Crediti immagine: Bakedbean_insalata

# 29 Scotus Justice preoccupato per "prendere un bambino"

Crediti immagine: dwittherford69

# 30 In risposta alla domanda della Georgia per l'UE

Crediti immagine: steelreddit211

#31?

Crediti immagine: segreti svelati

# 32 Parlare senza accento

Crediti immagine: Darth_Kittius7

# 33 Non ci sono lesbiche in Cina

Crediti immagine: SomeNoteToMyself

# 34 Il parente evolutivo più prossimo degli umani è il pinguino

Crediti immagine: AmunPharaoh

# 35 Fat Shaming Una persona di dimensioni normali

Crediti immagine: barkermn01

# 36 C'è qualcuno più sicuro di sé incorretto di uno zelota religioso?

Crediti immagine: penkster

# 37 Questo tizio deve vivere in una linea temporale alternativa

Crediti immagine: KarlGreenMagic

# 38 La laurea in inglese di mio marito sta urlando dal cassetto

Crediti immagine: HerpertMadderp

# 39 Non è così che funziona l'allattamento

Crediti immagine: __Matt_12__

# 40 La migliore recensione per questo volume manga su Amazon

Crediti immagine: curtumbrella

(Fonte: Bored Panda)