30 punti di rottura che hanno indotto le persone a lasciare il lavoro, come condiviso in questo thread virale

Alla maggior parte delle persone non piace essere chiamata a rinunciare. Quando ti viene insegnato a non dare le cose per scontate, andare avanti e mantenerlo sembra la cosa giusta da fare. Ma a volte, il tuo lavoro e le tue condizioni di lavoro diventano così tossici che spesso ti sorprendi a sognare ad occhi aperti di andartene drammaticamente.

Quando el1te1nferno ha chiesto agli altri Redditor di condividere il momento che li ha portati a lasciare il lavoro, centinaia di persone hanno iniziato a raccontare storie esasperate. Che siano stati i datori di lavoro a prendere l'ultima goccia oi clienti che li hanno quasi fatti impazzire, le persone hanno rivelato cosa li ha spinti oltre il limite.

Quindi allacciate le cinture perché faremo un giro sfrenato attraverso alcune delle migliori risposte che questo thread virale aveva da offrire. Continua a scorrere e condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto! E se sei affamato di storie più succose e drammatiche, assicurati di dare un'occhiata ai nostri post precedenti su di loro qui e qui .

# 1

È stato urlato in una riunione da un idiota del marketing che stava letteralmente chiedendo al mio gruppo tecnico di eseguire magie in un programma di tempo completamente irrealistico con quasi nessuna risorsa. Letteralmente urlandomi di fronte a circa 8 miei coetanei, definendomi incompetente, "fai il tuo lavoro"….tutto questo. Mi sono alzato, ho detto che mi rifiuto di farmi parlare in quel modo e ho lasciato la riunione. Normalmente se ti alzi e abbandoni questi tipi di riunioni, vieni licenziato. Il capo ha programmato un incontro con me più tardi nel pomeriggio dopo averne sentito parlare. Ho pensato che sarei stato cacciato… mi è stato detto che hanno licenziato il tizio del marketing.

Quello è stato il mio momento "eff, ho smesso". Ma la compagnia mi ha tenuto attivo e ha licenziato l'altro ragazzo. Abbastanza felice, da allora è stato un posto solido in cui lavorare.

Crediti immagine: sadpanda___

#2

era il mio matrimonio… che avevo già pagato $ 7.000 di tasca mia, i miei genitori hanno pagato $ 11.000 e i genitori di mia moglie hanno pagato $ 23.000. Il giorno in cui sono stato assunto, ho detto loro che l'avrei fatto in 5 mesi e che avevo bisogno di un giorno libero, preferibilmente anche un'intera settimana dopo. È venuto due settimane prima e hanno detto "oops, il nostro male. Tuttavia, non possiamo farci nulla ora. Puoi sposarti o puoi mantenere il tuo lavoro.

Sono ancora felicemente sposato.

Crediti immagine: zZentail

#3

Ho lavorato in una pizzeria per circa un anno al liceo. Il mio capo era una fonte costante di stress per me poiché era controllante, scortese e semplicemente degradante. Una volta, quando sono andato leggermente fuori copione su un ordine telefonico, mi ha preso in giro mentre continuavo a gestire la chiamata. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è avvenuta in un affollato venerdì sera. Qualcuno è entrato e ha fatto un ordine. Ho avuto il loro nome e ho detto loro che sarebbero passati circa venti minuti. Durante questo periodo, lo stesso cliente ha lasciato il negozio per aspettare in macchina. Venti minuti dopo, hanno mandato qualcun altro a prenderlo. Il problema era che questa persona non conosceva l'ordine e affermava che era a suo nome. Quando ho lottato per identificare il loro ordine, il mio capo ha afferrato una delle gigantesche spatole di legno per pizza, l'ha fatta oscillare a tutta forza e l'ha frantumata su uno dei forni. Dopo circa cinque minuti di tentativi di servire i clienti nel negozio, sono entrato nel suo ufficio e gli ho detto che ero fuori. Sono andato da un Wendy's vicino nella neve e ho aspettato che mio padre mi venisse a prendere. Non dimenticherò mai quanto sia stata liberatoria quella sensazione

Crediti immagine: xlv45

Abbiamo contattato Kristina Leonardi, una career coach , relatrice e scrittrice riconosciuta a livello nazionale che ha aiutato centinaia di uomini e donne a cambiare carriera e a migliorare le proprie prestazioni lavorative. Ha detto a Bored Panda che se hai costantemente paura di andare al lavoro, hai la sindrome del "non riesco ad alzarti dal letto la mattina" o ti ammali spesso, "sai che è una brutta situazione".

Il career coach ha affermato che un altro segno che mostra che il tuo ambiente di lavoro potrebbe essere tossico è se "ti senti costantemente esaurito da esso, o hai bisogno di rimpicciolire o sminuire la maggior parte di ciò che sei per essere lì".

Dopotutto, quando non ti senti energico o espansivo dal tuo lavoro e non puoi usare il tuo tempo in un modo che ti sembra utile, non sei in grado di condurre una vita appagante. Se pensi che il tuo lavoro stia danneggiando il tuo benessere fisico ed emotivo, ci sono alcune cose che dovresti fare.

#4

Il mio primo lavoro (presso un punto vendita di pizze), avevo quasi 18 anni e ho sentito il mio manager (nei 40 anni!) e alcuni fattorini che parlavano di organizzarmi una festa di compleanno e di riempirmi i drink in modo che potessero "fare cose" per me. Non avevano idea che fossi dietro l'angolo ad ascoltare. Forse stavano scherzando, forse no, non mi importava di aver smesso subito.

Crediti immagine: emohippiechick

#5

Da mia madre: stavo studiando all'estero ei miei genitori hanno prenotato un viaggio per uscire alla fine del periodo scolastico, portando con me i miei 2 fratelli – 1 che viveva lontano da casa, l'altro che stava per iniziare l'università. È stato un viaggio lungo un mese, con molti voli prepagati, treni, hotel e probabilmente sarebbe stato l'ultimo grande viaggio che abbiamo fatto tutti insieme. Ovviamente, entrambi i miei genitori hanno richiesto e ottenuto la presa di forza approvata con mesi di anticipo. Era il mese di giugno, una tipica vacanza estiva.

Un paio di giorni prima del viaggio, il capo di mia madre le consegna un incarico. La mamma lo restituisce, dicendo che non può sopportarlo perché sta per iniziare un mese di vacanza. (I miei non credono nell'iperbole, ma il viaggio di una vita sarebbe una descrizione corretta). Il capo dice, oh sì, scusa, non puoi più andare in vacanza. La mamma dice che se annulli la mia presa di forza, me ne vado. Capo, sguardo vuoto.

La mamma ha consegnato il suo avviso e se ne è andata. Abbiamo fatto un viaggio fantastico. Ha ottenuto un nuovo lavoro al ritorno.

Crediti immagine: Letsgocactus

#6

Ho lavorato per un po' in una nota pizzeria della mia città quando ero più giovane. Sicuramente ho sopportato una discreta quantità di merda per l'anno e mezzo in cui ho lavorato lì. Manager terribili, colleghi pigri per un salario praticamente minimo.

Bene, un paio di mesi prima che pensassi di partire per andare a scuola in un'altra città, avevano un problema con l'assunzione e il licenziamento di nuove persone perché continuavano ad assumere chiunque avesse il polso, indipendentemente da quante cellule cerebrali c'erano tra le orecchie.

A gennaio, avevo chiesto il tempo per le vacanze di primavera, mentre stavo programmando un viaggio di surf in California. Aveva il tempo approvato per iscritto e basta. Avanti veloce fino a marzo, hanno assunto e licenziato tre persone nella stessa settimana, quindi è diventato evidente che il personale era un problema.

Il programma è uscito per la settimana che avevo richiesto e sono stato sorpreso di vedermi in programma quasi ogni giorno quella settimana. Mi sono rivolto al responsabile del negozio con il programma e la mia approvazione scritta della richiesta di permesso e ho detto "Che ca**o, amico?" Ha quindi proceduto a strappare la mia richiesta davanti a me e ha detto "non abbiamo abbastanza persone in questo momento, quindi dovrai fare dei sacrifici. Dovrai solo affrontarlo".

Quella settimana era di circa tre settimane, quindi ho preso una decisione improvvisa e ho risposto: "No, dovrai fare il sacrificio, ti sto dando le mie due settimane. Avevo programmato questo viaggio per mesi e non puoi nemmeno chiedere se va bene annullare il mio viaggio".

Le ultime due settimane sono state le più tranquille in cui abbia mai lavorato lì, quel manager che fa di tutto per farmi restare e continuo a dire di no mentre decide di vendicarsi in modi piccoli e irritanti. Ne avevo abbastanza e ho deciso che non ci andrò l'ultimo giorno per chiudere il negozio, inizierò le vacanze di primavera con un giorno di anticipo.

A circa 10 minuti dall'inizio del mio turno, ricevo una chiamata da detto manager che mi chiede dove fossi. Quindi gli dico, "oh, sono sulla I-10 diretto a ovest in questo momento" "Beh, quando arrivi qui?" "Amico, se non l'hai ancora ricevuto, non entro." Inizia a parlare di come dovrà chiudere e lavorare extra da quando ha aperto il negozio quella mattina, ecc. Gli ho detto: "Sembra che dovrai fare dei sacrifici e affrontarlo. Ricordalo ? Sarò a casa quando torno a ritirare il mio ultimo assegno tra due settimane." e riattaccato. Sicuramente il modo più soddisfacente che abbia mai smesso.

Crediti immagine: punkrockpizza

"Fai una valutazione onesta della situazione", suggerì Leonardi. "È temporaneo o può essere risolto con un cambio di personale? Vale a dire, è solo un cattivo attore o il tono è impostato ai massimi livelli di gestione?" Se ritieni che il comportamento tossico sia "iniziato, tollerato o emanato dall'alto verso il basso, ci sono buone probabilità che nulla cambi, quindi è meglio avere una strategia di uscita".

Kristina Leonardi ha detto di aver lavorato con molti clienti che si sono trovati in una situazione simile. Che fosse dovuto a traumi infantili o alla loro storia familiare, la maggior parte di loro aveva un modello di maltrattamento e tendeva a mostrare "una certa mancanza di autostima e nessun confine, di cui gli altri traggono vantaggio".

"In altre parole, il cliente ripete questa dinamica in altre relazioni, essendo il suo lavoro quello principale", ha spiegato. "Poiché una situazione tossica sembra semplicemente familiare ai livelli più inconsci, spesso tollerano le cose fino a quando non diventano così gravi da non poterlo fare".

#7

Dopo aver preso qualche giorno di ferie dal lavoro mentre mio padre si stava facendo rimuovere un tumore al cervello (e continuando a controllare le e-mail e a partecipare alle teleconferenze dall'ospedale), il mio capo mi ha dato un nuovo progetto. Un giovedì pomeriggio, mi ha dato una scadenza lunedì mattina per un progetto che avrebbe richiesto 6-8 giorni per essere completato. Ho lavorato 16 ore al giorno per farlo. Quando ci siamo incontrati lunedì, ha chiesto com'era il mio fine settimana: "Ho lavorato tutto il fine settimana". Poi mi ha chiesto se dovevo andare a trovare mio padre in ospedale "No, non ne ho avuto la possibilità perché ho lavorato tutto il fine settimana".

Un paio di settimane dopo mi ha trascinato in una riunione e mi ha detto: "Mi sento come se fossi risentito perché dovevi lavorare e mi sento come se fossi davvero bravo quando tuo padre era malato, forse sei solo stanco. sei stanco? ?"

faceva anche commenti quando lasciavo l'ufficio in tempo, non in anticipo, in tempo. "è fantastico che ti alzi e te ne vai quando la tua giornata è finita come se dovessi andare perché ho una figlia, ma tu non hai figli e te ne vai alla fine della giornata"

ehm si, non vivo qui. Non vado a casa e mi siedo in una stanza buia a contare le ore prima di tornare qui. Inoltre non sto curando il cancro, niente di quello che facciamo qui conta per nessuno al di fuori di qui. Ti do il 100% quando sono qui, ma quando la mia giornata è finita, è fottutamente finita. non ci lavoro più

Crediti immagine: reddit

#8

Primo lavoro, lavorare in un piccolo posto per barbecue con un drive thru. Il mio giorno di riposo. Il manager mi chiama alle 8:30 (30 minuti prima dell'apertura) dicendo che non si sente bene e ha bisogno che io apra. Mi precipito dentro e finisco per lavorare tutto il giorno. Arrivano le 17:00, il manager entra con il proprietario dell'attività, con cui sta uscendo. Sono stati alla fiera tutto il giorno e si sono completamente dimenticati di avermi mentito sul fatto che fosse malata. Mi mordo la lingua e chiedo se posso andare a casa, dicono di no e mi tengono fino alla chiusura (21:00). Alle 21 mi sono tolto la maglietta, ho consegnato loro le chiavi e ho detto "oggi è stato il mio ultimo giorno" mentre uscivo dalla porta a torso nudo.

La parte migliore, quando sono tornato a casa, mio ​​padre era incazzato perché avevo lasciato il lavoro. Gli ho detto quello che hanno fatto e ho detto che non stavo facendo abbastanza soldi. Ha guardato le mie buste paga e ha visto che non mi avevano pagato nel tempo per tutto il tempo in cui ho lavorato lì! Mi ha fatto rientrare e mi ha chiesto la paga degli straordinari. Quando sono arrivato con le buste paga, il manager ha iniziato a piangere e mi ha dato contanti dalla cassa per coprire i miei straordinari e poi alcuni. Mi hanno chiamato il giorno successivo per assicurarsi che non li avrei denunciati alla BBB. Non l'ho fatto, ma mio padre sì.

Crediti immagine: TrippyJesus

#9

Sono un'infermiera e lavoravo in una casa di cura 2 anni fa. Ho bisogno di un trapianto di fegato da farmaci usati per curare la mia artrite. Ero ancora sano e in grado di lavorare in quel momento.

Uno degli aspetti negativi del mio fegato scompensato è l'incapacità di controllare il livello di zucchero nel sangue, che scenderebbe negli anni '50. Un basso livello di zucchero nel sangue può essere pericoloso, rende molto difficile concentrarsi e fa sembrare che tu sia ubriaco e sballato allo stesso tempo (almeno per me). Durante un turno, il mio zucchero è caduto due volte. La prima volta, ho mangiato delle proteine ​​e ho fatto una pausa per riprendermi prima di iniziare a passare farmaci/narcotici.

La seconda volta, era nei bassi anni '50. Ho chiesto che qualcuno venisse a prendermi, così mio marito poteva venirmi a prendere e portarmi in ospedale. Dopo un'ora sono venuti e mi hanno detto che non c'era nessuno disponibile e poi sarei dovuto rimanere fino alla fine del mio turno. Nonostante il fatto che ci fossero quattro RN seduti sui loro culi, è nel loro ufficio.

Ho chiamato mio marito, piangendo perché mi sentivo così male e così frustrata. È andato fuori di testa e si è recato al mio lavoro mentre era al telefono con il consiglio statale per l'assistenza infermieristica e il dipartimento sanitario della contea. È entrato, ha imballato le mie cose, mi ha aiutato a raggiungere l'ufficio dei supervisori ed è diventato balistico. Non ho mai visto mio marito arrabbiato. Non abbiamo mai litigato, quindi vedere questo è stato un po' spaventoso per me.

Dopo molte imprecazioni, mentre era ancora al telefono con il dipartimento sanitario della contea in modo che potessero ascoltare la conversazione esatta, ha detto loro che me ne sono andato e ce ne siamo andati.

Crediti immagine: OllyPolly

Fortunatamente, molti alla fine si rendono conto che meritano un ambiente più sano e un trattamento più gentile. "Una volta che lo riconoscono e fanno il lavoro su se stessi per raggiungere un posto migliore di valore interiore e autostima, la loro prossima situazione migliorerà. Altrimenti, continueranno a ripetere lo schema fino a quando non impareranno (sarà un caso di ' stesso capo, nome diverso')."

Leonardi ha voluto ricordarvi, cari lettori, che il vostro tempo e le vostre energie sono le vostre risorse più preziose. "Nessuna situazione lavorativa è perfetta, ma nessuno dovrebbe tollerare un ambiente tossico; ognuno ha un insieme unico di abilità, talenti e abilità che possono applicare in qualche forma o forma", ha aggiunto. Inoltre, le persone possono sempre trovare qualcosa di nuovo "in cui possono svilupparsi, imparare, crescere e quindi sfruttare quell'opportunità per arrivare al posto migliore successivo nel loro percorso professionale".

# 10

Lavoravo come venditore di gelati in un parco divertimenti. Era il tipo di gelato che arriva in minuscole palline congelate.

Quindi stavo vendendo le mie minuscole coppette di palline di gelato congelate, e ho una fila di una mezza dozzina di persone, quando un manager si è avvicinato e ha detto di aver visto qualcuno passare con una tazza che non era stata livellata.

Prendo atto del suo commento e poi continuo a preparare la coppa gelato per il prossimo cliente. Dopo aver riempito la tazza, uso la paletta per raschiare la parte superiore della tazza e livellare le palline in eccesso perché Dio non voglia che le persone ottengano quasi il valore dei loro soldi. Il manager ha detto che non l'avevo livellato abbastanza bene e l'ho strappato dalla mia mano, l'ho scaricato di nuovo nel cestino e me lo hanno fatto rifare stando in piedi sopra di me. Il cliente ed io ora eravamo entrambi silenziosi ea disagio.

Così ho riempito la tazza e l'ho livellata di nuovo allo stesso modo perché è l'unico modo per farlo. Questa volta apparentemente ha approvato e ha detto "è così che avresti dovuto farlo per tutto il tempo. Non è difficile!"

Poi è scappato via.

Ebbene, il giorno prima avevo svolto l'intero turno senza interruzioni perché il manager si era dimenticato di mandare i soccorsi per coprire il mio box mentre pranzavo, quindi ero già infastidito dall'azienda. Ma essere sgridato e sminuito di fronte ai clienti era oltre il limite nel mio libro.

Quindi restituisco al cliente i suoi soldi e allo stesso modo distribuisco il gelato gratuito alle altre persone in fila. Poi me ne sono semplicemente andato. Non ho chiuso a chiave il congelatore del gelato o svuotato/spento la cassa, non ho fatto sapere a nessuno che me ne stavo andando, non mi sono fermato a consegnare la mia targhetta o la mia polo, sono semplicemente andato via.

E non me ne sono mai pentito per un secondo.

# 11

Ho passato un'estate lavorando in una grande catena di negozi di alimentari nel Midwest, facendo scorta di generi alimentari nel terzo turno. Una notte ho lasciato la mia pistola prezzo seduta a un'estremità del corridoio su un carrello per circa 15 secondi mentre camminavo verso l'altra estremità del corridoio. È tornato e la pistola del prezzo era sparita. Il negozio era vuoto tranne che per i dipendenti, perché erano circa l'1 o le 2 del mattino. È venuto la mattina dopo e uno dei dannati manager mi porge la mia pistola da prezzo, fingendo che fosse un sostituto, e mi dice che sono 70 dollari per il sostituto che devo sborsare. A quel tempo, guadagnando il salario minimo, era quasi una settimana di paga. Normalmente sono un ragazzo equilibrato, ma forse ce l'ho fatta ancora qualche giorno prima di dire loro di andare a puttane. Mi hanno chiesto se avessi messo un preavviso di due settimane con uno dei gestori e ho semplicemente detto di no e me ne sono andato. Mi incazzo ancora a pensarci ahah.

Crediti immagine: dic_6_doc

# 12

La storia di mio padre: era un mugnaio di 22 anni e lavorava per l'azienda da 4 anni. Ha chiesto un aumento perché uno è stato dato a un collega che aveva lo stesso lavoro.

Gli è stato detto che il suo collega ha dei figli e una famiglia a cui provvedere ed è per questo che gli è stato dato un aumento, e dato che mio padre non aveva figli in quel momento non ne aveva bisogno.

Mio padre ha fatto domanda per un lavoro che pagava quasi il doppio con grandi benefici, ha dato il suo preavviso e il manager ha detto "resti se ti diamo l'aumento che volevi"… ha rifiutato e ha lavorato per la seconda azienda per 35 anni ed è andato in pensione lo scorso dicembre

Crediti immagine: amatissimo

Allison Task, carriera certificata e life coach, ha detto a Bored Panda che alcuni dei motivi principali per cui le persone considerano di lasciare il proprio lavoro sono capi terribili, retribuzione inadeguata, stagnazione e mancanza di autonomia, non essere in grado di svolgere il proprio lavoro al meglio delle proprie capacità. Se riscontri uno di questi problemi e ti senti anche lunatico, triste o depresso al lavoro, ti ha consigliato di iniziare a guardarti intorno e vedere cos'altro c'è là fuori.

"Come le sensazioni durante la notte, una 'smettere sul posto' di solito richiede molto tempo", ha spiegato. "Le persone si sono chieste se dovrebbero e poi, finalmente, la proverbiale 'cannuccia che ha rotto la schiena del cammello' accade ed è ora di smettere". Quindi alla fine della giornata, fidati del tuo istinto. Se ti trovi in ​​una situazione dannosa e tossica al lavoro, inizia a pensare al tuo piano di riserva e vai avanti verso una vita più felice.

# 13

Lavoravo in una pista da bowling nella cucina del bar quando avevo tipo 19 anni. Una notte in particolare, ero l'unico in cucina durante una corsa sbattuta. Prendo tutto (in qualche modo) in modo tempestivo, pulisco la cucina e poi vado a fumare. Il GM esce un minuto dopo e continua a risanarmi, dicendomi che sono un pigro non un buon pezzo di merda, ecc. Ecc.

Finisco di fumare, torno dentro, mi tolgo la maglietta dell'uniforme e la targhetta con il nome, la metto sul bancone del bar ed esco dalla porta principale senza dire una parola.

Vaffanculo, Paul.

Crediti immagine: SenorDongles

# 14

pizza hut – all'inizio andava bene fino a quando non hanno assunto un manager MBA di 23 anni appena coniato che si è comportato come una guardia in un campo di prigionia.

incasinato con le pause, l'acqua, la programmazione e aveva un generale disprezzo per noi.

C'era un grande evento locale in corso e dovevo lavorare e qualcuno aveva chiamato e la linea era fuori dalla porta. Mi presento e lui inizia a prendersela con me per l'altro staff e mi dice "Sei fortunato che ti sei presentato in tempo, altrimenti ti avrei licenziato sul posto".

Ero tipo "ok".. e lo fissavo..

"oggi non puoi fare pause perché siamo così occupati e dovrai lavorare un doppio…"

Ero tipo "ok".. e lo fissavo..

sorrise..

uscì.

Crediti immagine: spreco di troppo

# 15

Il mio manager mi ha accusato di aver rubato soldi dal negozio… durante il mese non ero in negozio perché mio padre era appena morto. Questo è dopo avermi programmato per 65 ore (sì, 25 ore di straordinario in una settimana) la settimana in cui papà è morto.

Ho smesso tramite SMS.

Crediti immagine: payvavraishkuf

#16

Ho lavorato per una compagnia di trasporti relativamente grande. Mi stavo preparando per ottenere una promozione. Tutti e 3 i supervisori e l'assistente manager (lavoravano tutti con me ogni giorno) mi hanno consigliato di farlo. Tecnicamente avevo la terza anzianità più bassa nella nostra struttura, ma ho parlato con tutti i ragazzi prima di me e tutti hanno chiarito che non volevano la posizione e mi hanno incoraggiato a prenderla. Un giorno, durante una riunione, il nostro manager si è lamentato del fatto che nessuno si fosse fatto avanti per ricoprire la posizione. Alzai la mano e dissi che l'avrei fatto. "Oh davvero. Quindi pensi di essere pronto per questo?" Tieni presente che mi sono studiato il culo per mesi in preparazione a questo. "Beh, tutti mi dicono che lo sono, quindi sì." Ha continuato a passare i successivi 20 minuti a grigliarmi, cercando di trovare cose che non sapevo / in cui sarei inciampato. Ho perso solo 2 o 3 delle cose che ha chiesto. Quando ha finito, dice "La tua bocca dice cose che il tuo cervello non capisce. Tieni la bocca chiusa d'ora in poi". Tutti quelli con cui ho lavorato mi hanno detto che le sue domande erano BS e nemmeno i supervisori le conoscevano tutte. 2 giorni dopo ricevo una telefonata da un vecchio amico che ha finito per essere manager di un'altra azienda, offrendomi la promozione PIÙ soldi extra. Inutile dire che l'ho preso in un baleno. Quando l'ho detto al mio manager, ha detto: "Prima ti lagni perché non ti promuoviamo, ora te ne vai?" "Questo è esattamente il motivo per cui me ne sono andato." Tutti gli altri sono stati fantastici e di supporto. Mi mancano… Non il mio capo

#17

Ho lavorato in un casinò facendo sicurezza. Ero appena uscito dall'esercito, dove in precedenza ero stato qualificato in un sacco di cose che ruotano attorno alla sicurezza e alla risposta ai tiratori attivi, ecc.

Una notte, durante una serata movimentata, è scattato l'allarme panico/rapina e la stazione che suonava non è stata raggiunta. È stata trattata come una situazione legittima. Ho sgomberato la mia sezione del casinò e mi sono trasferito in sgombero o in altre sezioni/aiutando gli anziani a scappare.

Dopodiché ho iniziato a sgomberare anche il personale ((sembrava che il personale di sicurezza, incluso il direttore, impiegasse una quantità di tempo ridicola per indagare e/o chiarire la situazione)). Si è rivelato essere niente. Qualcuno ha premuto un pulsante antipanico ed è andato in pausa o qualcosa del genere.

Sono stato trascinato in ufficio dove sono stato rimproverato dai supervisori del personale di sicurezza per aver ripulito l'edificio e aver mandato tutti fuori. Quando mi è stato chiesto perché l'ho fatto, ho detto che le attuali linee guida dell'FBI sono Corri, Nascondi, Combatti. Quindi la prima priorità è rimuovere tutti dall'area minacciata. Il secondo sarebbe nascondere dette persone, ma sono stato in grado di rimuoverle, quindi non dovevo farlo. Il mio direttore mi ha detto che non era corretto, ero responsabile della partenza di tutti e sarebbe stato rimproverato. Ho detto che non avevo esperienza con dette situazioni e che dovevo essere inviato di nuovo all'allenamento. Le ho chiesto di chiarire le linee guida dell'FBI, cosa che non poteva fare. Quando è stato sfidato e mi è stato chiesto se avessi mai avuto un addestramento per tiratori attivi, mi sono alzato, ho detto che ero stato addestrato a rispondere al tiratore attivo come agente delle forze dell'ordine armate e che la sua mancanza di comprensione di semplici linee guida era terrificante per me. Le ho detto che ho smesso. Non darò il mio preavviso di due settimane, questa è l'ultima volta che sarò in questo edificio.

Ha riso e ha detto bene poi non saremo in grado di consigliarti come riferimento. Al che ho riso e ho detto: “Non dirò a nessuno che abbia mai lavorato qui. Non aiuterà le mie possibilità".

#18

Ho trovato un lavoro estivo mentre ero al liceo in un posto che produceva serbatoi in fibra di vetro. Mi è stato detto che avrei fatto lavori di giardinaggio e giardinaggio. Ho pensato di aver ottenuto un facile concerto di bombardamenti su un trattorino tosaerba e quant'altro.

NO.

Il primo giorno in cui mi sono presentato, in maglietta e jeans, mi è stato detto che l'attrezzatura del cortile "non era "pronta". Così mi hanno fatto tagliare la fibra di vetro grezza per 8 ore con un coltello esatto e senza dpi. Essendo uno stupido ragazzo di merda non ho smesso immediatamente e l'ho fatto per altri tre giorni. Almeno dopo il primo giorno avevo portato i miei guanti e la maglietta a maniche lunghe.

Tuttavia, in quel fatidico giorno tre è stato quando stavano facendo i rivestimenti dei serbatoi. Quindi a una decina di metri da me ci sono due tizi in completo DPI. Stiamo parlando di tute, guanti di gomma, occhiali, visiere e respiratori. A dieci metri da me. In un locale poco ventilato. Spruzzare l'esterno di un serbatoio con presumibilmente un rivestimento in fibra di vetro.

L'ho fatta solo poche ore prima di dover andare in bagno a vomitare. Mi è stato detto di smettere di essere stupido e di tornare sul pavimento, quindi fortunatamente ho avuto un momento in cui non ero un bambino stupido e ho detto che me ne sono andato e sono tornato a casa. Entrambi i genitori erano arrabbiati quando ho detto loro che avrei smesso.

Scherzo su di loro però perché qualche anno dopo quella compagnia ha preso la vita di due tizi. Un ragazzo asfissiato mentre lavorava all'interno di una delle cisterne e anche la persona che ha cercato di soccorrerlo è morta. L'intero posto è stato chiuso definitivamente.

Crediti immagine: QuinoaKhmerRouge

# 19

Stava telefonando a un cliente e aveva un pacco di lampadine sul vassoio inferiore del carrello. Non me ne sono accorto e presumo che il cliente abbia dimenticato che erano lì, in entrambi i casi non gli sono state addebitate le lampadine. Il mio capo in quel momento si è acceso in me come se avessi appena mandato in bancarotta l'azienda, e proprio mentre ero arrivato al mio punto di oltre incazzato, suggerì che io e il cliente ci conoscevamo e deliberatamente non l'ho accusato di averlo aiutato a rubare loro (lampadine del cazzo!) e sono persino arrivato a dire che probabilmente lo avrei incontrato dopo il mio turno per "dividere le cose"! (di nuovo, fottute LAMPADINE!) Questo era più o meno tutto e abbiamo avuto uno scambio di parolacce abbastanza decente poi ero fuori. Mentre uscivo dalla porta si è svolto uno dei momenti più belli della mia vita, il cliente stava tornando in negozio per correggere l'errore e pagare le LAMPADINE MADRE F**KING!!!!! Tuttavia ho salutato il mio capo con il vecchio dito medio e non ci siamo più parlati.

Crediti immagine: Stonewise

# 20

Il mio primo lavoro è stato lavorare in un magazzino di distribuzione Amazon. Concesso che non avevo idea in cosa mi stavo cacciando, ma ho pensato "Ehi, ho bisogno dei soldi per le bollette".

All'inizio c'era "interessante" per non dire altro. Centinaia di isole su due lati del magazzino con un unico nastro trasportatore che le separa tutte. Tutti noi lavoratori ci stringiamo in gruppi per allungamenti ogni volta che inizia un turno. Le parole d'ordine lungo tutta la caffetteria mi hanno fatto sentire come se fossi in una setta. La nostra composizione demografica era un mix di uomini e donne giovani e anziani di tutti i ceti sociali.

Col passare del tempo ero oberato di lavoro e mi sono subito reso conto che i gestori non si preoccupavano molto di noi. Hanno adorato solo le nuove espansioni dell'edificio con più scaffalature e nastri trasportatori. Hanno provato piccole cose come premi e catering da Chipotle e Boston Market, ma i lavoratori che sono stati lì dall'apertura dell'edificio hanno notato varie lamentele sulle condizioni di lavoro (lavoro a temperature di oltre 90 gradi senza ventilatori a soffitto, fuoriuscite, isole straripanti, spostamento di 50 gradi + scatole di sterline, scanner non funzionanti, ecc.)

La mia ultima goccia è stata quando mi è stato assegnato di spostare oltre 24.000 pacchi sui nuovi nastri trasportatori divisi con una donna incinta durante la Prime Week. Le cinture traboccarono quella notte. Ho capito che se questo era il tipo di cosa che stavo per fare, allora non la volevo più. A quel punto ho perso più di 20 libbre. Pesavo 175 quando ho iniziato e quando ho smesso pesavo 151 libbre.

Ho smesso dopo 5 mesi senza rimpianti.

Crediti immagine: Ascribed_innovation

#21

Durante tutto il processo di intervista e l'onboarding mi è stato detto "Lavoreremo attorno al tuo programma scolastico, non dovrai lavorare in qualsiasi momento in cui hai lezione".

Giorno 1 dell'allenamento "Devi essere qui dal lunedì al venerdì, 8-6 per i primi 6 mesi. Se salti un giorno o sei in ritardo di più di 30 minuti verrai licenziato".

Non sono tornato per il secondo giorno.

#22

Ha lavorato per un capo che ha microgestito tutto ed era solo uno stronzo per tutto in generale. Sono entrato al lavoro alle 6:56 e l'orologio in tempo era 7:00. Invece di timbrare e poi andare in bagno, sono andato prima in bagno invece di usare il tempo della compagnia. Ho registrato alle 7:01 e lui mi ha attaccato per essere arrivato con un minuto di ritardo. Mi ha visto sistemare le mie cose e andare in bagno, quindi sa che non ero davvero in ritardo. Non era la prima volta che urlava per qualcosa di così piccolo, ma quel giorno fu l'ultimo. Non ho detto "F***o questo, ho smesso!" Ho detto "Vaffanculo, ho smesso!". L'ho denunciato alle Risorse umane due giorni dopo per il comportamento ridicolo. Venite a scoprire che questa non era la prima volta che veniva denunciato per un lavoro tossico ambientale. Il mio amico in quel dipartimento mi ha detto che è stato licenziato la prossima settimana. Lieto fine al mio "F ** k questo, ho smesso!" storia

# 23

Ero un camionista che lavorava su un percorso regionale che mi richiedeva di lavorare di notte. Quindi, in pratica, guiderei tutta la notte, consegnerei un carico, dormirei tutto il giorno e riporterei un carico al mio posto originale la notte successiva.

Il fatto è che dormire durante il giorno in un magazzino dove i cani da cortile (i ragazzi che spostano i rimorchi per il lotto del magazzino con piccoli affari di trattori) si muovevano costantemente, bussavano al mio camion e spesso si svegliavano letteralmente mi su per spostare il mio camion.

Dormivo a malapena e l'unica volta in cui dovevo dormire bene la notte era durante il fine settimana.

Quindi, mentre guidavo verso la mia prima consegna, ho detto al mio manager che mi prenderò un giorno in più perché sono esausto e devo dormire qualche giorno. Stavo letteralmente ottenendo forse 3-4 ore di sonno solido al giorno e le bevande energetiche erano inutili a questo punto. Mi hanno dato il via libera, ho lasciato cadere la consegna, ho dormito meglio che potevo al magazzino e ho ritirato il carico per riprenderlo con un messaggio dei miei manager che mi dicevano di passare un buon fine settimana e riposarmi.

Quando ero a circa un'ora e mezza dalla mia destinazione, dopo aver guidato tutta la notte per circa 8 ore raggiungendo la pura stanchezza, ricevo un messaggio che dice "non importa, abbiamo bisogno che tu lavori questo fine settimana"

Intendiamoci, so che queste cose accadono e a volte devi recuperare il gioco di altri dipendenti a volte. Le cose accadono, lo capisco e il 99% delle volte mi dedico ad aiutare altri dipendenti e i miei manager se ne hanno bisogno.

Ma questa era la terza volta che succedeva. Non dormivo bene da 3 settimane a questo punto e continuavo a provare a chiamare i miei manager o chiunque volesse rispondermi, ma era il fine settimana e nessuno rispondeva ai loro messaggi o telefonate. Sono stato letteralmente ignorato e ho appena scattato.

Fortunatamente, la domanda di camionisti è enorme. Voglio dire, ricevo continuamente messaggi che mi chiedono se sono nel mercato perché un'azienda ha bisogno di autisti. Non sono nemmeno nel settore da due anni e il mio telefono continua a esplodere con chiamate e messaggi che mi chiedono se voglio guidare di nuovo.

Quindi, letteralmente tutto ciò che ho fatto è stato chiamare uno dei numeri che mi avrebbe contattato costantemente e immediatamente sono stato assunto dopo 5 minuti di conversazione al telefono. Inviato in un messaggio dicendo che ho smesso e buona fortuna.

Abbastanza divertente POI hanno iniziato a rispondere ai miei messaggi e hanno provato a chiamarmi.

So che probabilmente è stata una mossa stupida per fotterli e normalmente non lo farei mai, ma mi sono rotto e non ce la facevo più.

#24

Ho lavorato per una casa di gruppo. Abbiamo avuto un gruppo di residenti difficile, ma l'azienda va molto peggio.

Ogni residente aveva 14-22 anni. Avevano ritardi nello sviluppo mentale moderati (gamma 65-75 QI), avevano tutti un disturbo psichiatrico (dall'ADHD grave alla schizofrenia) ed erano stati anche tutti condannati per un crimine sessuale violento.

Ho lavorato 3° turno. Il mio orario normale era dalle 22:30 alle 9:00. Quattro giorni a settimana.

Circa sei mesi dopo aver lavorato lì, hanno fatto un massiccio licenziamento.

Sono scesi a un rapporto minimo tra personale e studenti a ogni turno, senza nessuno in più da chiamare se necessario. Ciò significava che se qualcuno chiamava, una persona del turno precedente veniva forzata.

It got to the point, where I was being forced 3 out of 4 shifts per week. And not just a few hours. I was working 10:30 pm to around 4:30 pm the next day, and still having to come in for my following shift. I had an hour commute each way.

So I'd get home at 5:30 pm from a 16 hour shift, and have to leave the house again four hours later.

Managed that for about a month. Then one morning I was told last minute I was being forced. Told them I was f**king done and walked out.

That month took a huge toll on my mental health. Swear it took me like a year to recover.

#25

Asked for a small raise after one year, $1/hr and was making $20. I was underpaid and we all knew it, they offered me 50 cents. I showed them I was saving them 70-100k/year, they wouldn't budge. I gave my notice right there.

Got my last check – no yearly bonus. I was owed $1000. They told me they didn't have to pay me since I quit. I said that's cool, I'll call OSHA later today and cited 5 big violations they hadn't addressed. Suddenly I got my bonus.

#26

A little Greek Restaurant I worked at early in high school.

Got hired, and spent the first two days cleaning everything the owner and son were to lazy to clean. Years worth of old grease in the deep fryer's interior, mold in the fridges, stains in the bathrooms etc. Just f**king gross.

Ask about payday on the end of the second day and it went something like this:

"So, how does payday work here? Is it weekly, bi-weekly, what?"

"you are on training, if we like the job you do we will hire you with pay".

Confused, I ask "so you're saying that you're not going to pay me for cleaning years worth of mold, grease, and bathroom stains?"

"No, you will be paid for work once your training is done"

"Oh! Ok. F**k this, I quit"

Image credits: advocatus_ebrius_est

#27

I was fractured my orbital socket in an industrial accident. Another employee lost focus at the wrong time was supposed to wait for a hand signal and didn't. We had been working over 90 days straight of 13-14 hour shifts and living in c**ppy motel a 45 min drive from out worksite. We were supposed to be on a rotation were we didn't work more than 3 weeks at a time. It was a close call and could have been alot worse. I'm glad I "saw it coming" and had time to at least try and get out of the way.

I got sent away after a night in the ER while the rest of that crew continued to work. After spending 2 or 3 days at home the boss called to say that he "needed me in Alaska" in 2 days and that my flight was already booked. Told him I quit right on the spot.

Image credits: Rainydays206

#28

When I spoke to HR about a harrassment issue and she straight up told me, it wasnt possible that he was harassing me bc 3 other people had come to her to say how awesome he is.

I literally said "f**k this, I quit."

After 5 months of harrassment and no change or repercussions.

Image credits: ccart597

#29

I was a few hours from a 2 week vacation for my wedding and honeymoon when I got written up. Manager pulls me into his office and says he's got a wedding present for me and proceeds to go over the write up and has me sign the paper saying I was “coached”. The rest of my shift was horrible, I cried most of it. Got back from the time off and cleaned my desk out discreetly, sent an email to the program director saying I quit and just walked out. F**k that place.

Image credits: AgentGingerKittie

#30

First job at mcdonalds. 3 different managers all telling me to do different things, and getting mad when I listen to the others. I overheard the worst manager say to the people at the register (and many customers behind the counter) that "Someone need to teach Alice how to do her job."

I didn't even say anything. Just walked out.

Image credits: askingxalice

(Fonte: Bored Panda)