30 persone condividono onestamente qual è il loro tratto più tossico

Essere una brava persona è un compito che dura tutta la vita. E non è sempre chiaro se siamo sulla strada giusta o meno. La nostra psiche è così complessa e ci sono così tante forze che la modellano che spesso non ci accorgiamo nemmeno dei modi in cui cambiamo.

Tuttavia, se vogliamo avere voce in capitolo su ciò che diventa di noi, l'autocoscienza è fondamentale. Ci sono molti modi per sfruttarlo, ma il primo passo di solito è dare uno sguardo onesto a noi stessi. Ciò include anche i difetti. Può essere difficile rompere le nostre difese ed esplorare gli angoli più profondi della nostra personalità, ma per quanto cliché possa sembrare, nessuno è perfetto e prima ce ne rendiamo conto, più facile può essere.

Per aiutarci ad accettarlo, diamo un'occhiata a un post su Reddit, creato dall'utente fafifafufa. Più specificamente, i suoi commenti, dopo che Redditor ha chiesto a tutti: "Qual è il tuo tratto più tossico che puoi ammettere?", molte persone hanno fornito risposte oneste su se stesse. Ecco qui alcuni di loro.

# 1

Sono un superiore involontario.

Non sto cercando di rubare l'attenzione durante una storia o di interromperti, sono solo eccessivamente entusiasta di potermi relazionare con te e voglio condividere la mia storia simile.

Crediti immagine: AdamDawn

#2

Sono emotivamente non disponibile. A volte sparisco e basta. I miei amici più cari lo capiscono, ma è scoraggiante per nuove amicizie. Non è niente di personale, ho solo bisogno di ricaricare.

Crediti immagine: mmm-pistola-frusta

#3

Sono estremamente insicuro e penso molto, ho la paura costante di essere antipatico o abbandonato, ho bisogno di molte rassicurazioni nelle cose perché la mia ansia mi rende così spaventato e preoccupato o mi tengo troppo stretto o respingo le persone anche se Li voglio vicini che finiscono solo per ferirli di più.

Crediti immagine: floofywhiteclouds

#4

Crescendo sentendomi molto sconosciuto/invisibile, ho la tendenza a condividere eccessivamente e ad emozionarmi se qualcuno mostra interesse per me. Può sembrare prevalere e aspettare che qualcuno finisca quello che sta dicendo solo così posso dire la mia cosa. Voglio anche che piaccia alle persone sinceramente, quindi dico loro molte delle cose brutte o difficili subito, quindi sono pre-avvertite e non mi sento come se stessi sprecando il mio tempo con qualcuno che non è in grado di gestire il merda che portano a quello che sono ora e alle persone con cui interagisco ancora su base semi-regolare (principalmente famiglia)

Crediti immagine: wer3987

#5

Non posso lasciar andare le cose e le prendo troppo sul personale. Lo razionalizzo così “Non mi sognerei di dire o fare una cosa del genere a questa persona, quindi perché lo stanno facendo a me?”.

Inoltre, procrastino come nessun altro. Seriamente, potresti darmi un anno o 2 giorni per fare qualcosa. Non farebbe differenza.

Crediti immagine: PicturesqueCow

#6

Semplicemente non mi interessa la maggior parte delle cose e quell'apatia ha fatto molto male a me stesso e agli altri

Crediti immagine: SwixSwax

#7

Sono pessimo a tenermi in contatto con le persone a cui tengo. La frase fuori dalla vista fuori dalla mente è davvero vera per me. Tendo ad essere semplicemente assorbito da ciò che è proprio di fronte a me. È molto raro che mi venga in mente un pensiero come se mi chiedessi come sta mia sorella o mi chiedo come se la cava un tale amico dopo l'evento xyz o addirittura mi chiedo come sta andando la giornata della mia ragazza. Ci tengo a queste persone ovviamente, ma non sembra che mi vengano in mente naturalmente nei miei pensieri quotidiani. Questo sfortunatamente lascia a tutti gli altri il potere di contattarmi, di appendere, di fare l'invito, di chattare, ecc. Sono sempre super entusiasta quando lo fanno, ma mi dispiace averlo messo su di loro. Sono fortunato che fanno tutti lo sforzo. Sono un buon amico… come con qualsiasi altra cosa che faccio, quando sono con qualcuno sono molto assorbito da quell'interazione, quindi penso che aiuti a dissipare ogni dubbio sul mio interesse per la relazione.

Un altro aspetto è che immagino sempre che tutti gli altri abbiano qualcosa da fare. Non voglio interrompere o esercitare alcuna pressione per dover accettare un invito su di loro. Non so cosa significhi annoiarsi a casa desiderando che ci sia qualcosa di divertente da fare e uscire… se ho del tempo libero come quello mi godo come un'opportunità per giocare a qualche videogioco o guardare un film . Sono un vero corpo a casa. Non ho problemi a riempire le mie giornate con cose produttive/ricreazioni/sport che mi piace fare da solo. Forse ho vissuto da solo troppo a lungo e sono diventato troppo bravo.

In conclusione, sto cercando di essere quello da raggiungere. Perché so nel profondo che è bello sentire spontaneamente i tuoi amici e i tuoi cari, e voglio che si sentano bene.

#8

Sono scortese con i miei genitori. Ho avuto una sorta di educazione dura, ma ora sono più o meno gentili con me, ma a volte mi infastidisco con loro senza motivo. Ho cercato di essere più gentile con loro per anni, ma a volte proprio non ci riesco. Mi chiedo se altre persone possono relazionarsi.

Crediti immagine: Recyclebich

#9

Sono estremamente autoironico. Non permetto nemmeno agli altri di dire cose carine su di me quando io stesso non lo farò, arrivando persino a provare a spiegare perché qualcuno ha torto ogni volta che prova a complimentarsi con me per qualcosa, lo confuto.

Crediti immagine: J_train13

# 10

Analizzo eccessivamente ogni singola conversazione che ho con una persona specifica.

Crediti immagine: nowthenight

# 11

Ho avuto un migliore amico che mi ha fantasma, quindi posso essere davvero, davvero appiccicoso ora. Non sorprende che questo incoraggi più persone a fare il fantasma. Sto cercando di stroncarlo sul nascere.

Ken, se stai leggendo questo, piegati.

Crediti immagine: BeardedGDillahunt

# 12

La maggior parte delle volte quando chiedo alle persone le loro opinioni, in realtà non voglio sentire ????? opinione. Invece voglio sentire la mia opinione uscire dalla loro bocca. Spero sempre che abbiano la mia stessa opinione perché mi fa sentire convalidato. In realtà non mi interessa cosa pensano veramente.

Crediti immagine: Vinny_Lam

# 13

Sono troppo sarcastico. Lo faccio con gli amici, la famiglia, al lavoro, praticamente tutto il tempo.

La maggior parte delle volte la battuta va bene e viene accolta con una risata. Ma a volte mi sono incasinato.

Non sono sicuro del motivo per cui lo faccio. Forse uso l'umorismo come meccanismo di difesa come Chandler.

Crediti immagine: pupstepenwolf

# 14

Dopo un combattimento ho bisogno di tempo per rinfrescarmi. Non mi piace particolarmente il conflitto. Sento che se dovessi dire tutto ciò che onestamente ho pensato in una rissa, sarei incredibilmente doloroso, quindi prendere le distanze è un passo necessario per riparare le cose, quindi sono abbastanza equilibrato da sistemare ciò che deve essere aggiustato in seguito. Non tutto quello che pensi debba essere detto, dovresti essere selettivo.

Ogni partner che ho avuto è frustrato dal fatto che non parlerò con loro per un po', anche se dico esplicitamente che ho bisogno di tempo per rinfrescarmi.

# 15

Ho standard incredibilmente alti per me stesso e tendo a attribuirlo anche agli altri. Poi divento incazzato/brontolone quando le persone mi deludono. In fondo è un meccanismo di autoprotezione, essendo stato deluso da così tante persone, è solo più facile presumere e aspettarsi il peggio, che anche il migliore di coloro che amo mi deluderà.

Crediti immagine: Canadabigjack

#16

Sono un piacere per le persone. Dire di no non è difficile e non è qualcosa che dovresti trascurare come opzione

Crediti immagine: ow-my-virginity

#17

Sono un lamentoso.

Crediti immagine: damnitbecky91

#18

Ammetterlo a me stesso ha richiesto un po' di tempo, ma penso che potrei essere insicuro e insicuro su chi sono al punto che sento di dover cambiare completamente la mia persona a seconda della persona con cui sto. Come sarò chiunque tu voglia che io sia, purché tu mi accetti e mi piaccia. Ho così paura che le persone intorno a me se ne vadano che ho deciso di rispecchiare i comportamenti e le personalità di altre persone in modo che si sentano più a loro agio e rimangano. Chi sono come persona dipende interamente da chi sono in quel momento perché questo alimenta il mio bisogno di accettazione sociale. Quindi… fondamentalmente un popolo che piace all'estremo.

# 19

Sono molto impaziente con le persone e tendo ad essere molto schietto. A volte in modo scortese, ma lo vedo come giustificato. C'è un sacco di merda che la società considera normale o in qualche modo normale e ne sono semplicemente stufo. Non voglio più essere gentile e non voglio essere paziente. Voglio solo che smetta. Sono molto diretto al riguardo e di solito non mi interessa se non sono gentile.

# 20

Mi spengo piuttosto che indirizzare le mie emozioni e quando gli altri si esprimono, li affronto con logica. Sono fondamentalmente un Vulcaniano.

Crediti immagine: ironwheatiez

#21

Anche io procrastino in modo preoccupante. Comincio a pensare che sia perché qualunque sia la linea di lavoro in cui mi sono cacciato è qualcosa che odio così tanto, ed è per questo che è così terribile iniziare qualsiasi progetto, perché tipo, non ho problemi a essere produttivo quando si tratta dei miei hobby , sono solo la scuola/il lavoro/le faccende su cui procrastinare.

Crediti immagine: Blngsessi

#22

Parlo troppo di me stesso e non chiedo abbastanza dell'altra persona.

Probabilmente non è il mio tratto più tossico, ma sicuramente quello che mi sta dando problemi in questo momento.

Crediti immagine: Stage-Fine

# 23

Non sono bravo a nascondere le mie emozioni. Nello specifico, se sono di cattivo umore, lo sanno tutti. Ero un vero incubo quando ero più giovane per questo; Trasformerei il mio cattivo umore nel cattivo umore di tutti. Non lo faccio più, ma non sono ancora bravo a nasconderlo.

Crediti immagine: Ryokugan

#24

Sono molto fermo e testardo a volte su come vedo il mondo in generale. Mi piace definirmi realista, ma capisco anche che è esattamente ciò che dice un pessimista.

Crediti immagine: PleaseTreadOnMeDaddy

#25

Omofobia interiorizzata. Sono passato dal rifiutarmi di credere di essere gay al non volere che nessun altro lo sapesse al non volere ancora davvero che le persone lo sapessero e al non voler essere "quel gay". Alcuni gay sono stati vittime di bullismo o almeno ridicolizzati e mi sono assicurato che non fossi io.

Crediti immagine: AnswerGuy301

#26

Tengo rancore praticamente per sempre e lo odio. Per mettere le cose in prospettiva con un piccolo esempio, un amico d'infanzia una volta mi ha fatto qualcosa di cattivo quando avevamo 7 anni. Abbiamo continuato a parlare dopo, ma ogni volta che lo facevamo ricordavo quel giorno con dettagli ridicoli come se fosse stato inciso con un laser sul mio cervello. Alla fine ho lasciato andare quel rancore un giorno in cui stavamo ricordando casualmente i momenti dell'infanzia e lei si è ricordata di quel giorno e si è scusata. Circa 20 anni dopo.

Crediti immagine: Waffleline

#27

Faccio fatica ad accettare i limiti degli altri quando si tratta di salute mentale perché non sono mai stato in grado di "assecondare" i miei. Non riesco a fermare il forte risentimento e il giudizio che provo verso i miei coinquilini e amici quando raggiungono i limiti di ciò che possono fare. Quando c'è una pila di piatti nel lavandino a cui la mia coinquilina non è riuscita perché non ha l'energia, mi sento frustrato piuttosto che comprensivo. Quando il mio amico parla di quanto sia paralizzato dall'ansia del telefono, lo giudico per non averlo superato e aver effettuato la chiamata anche se mi sento lo stesso.

Soffro di grave depressione e ansia da quando avevo 13 anni e sin dal college soffrivo di disturbo borderline di personalità. Ero l'unico figlio di una madre single e lei non aveva tempo per essere comprensiva. Ho imparato a superare e funzionare a tutti i costi per me stesso. Stendersi a letto o non esibirsi come previsto non era un'opzione che mi era stata data. Fare qualsiasi cosa per alleviare il mio dolore non era sul tavolo.

Quella mentalità e il modo in cui sono cresciuto mi hanno fondamentalmente danneggiato. Il BPD è un risultato diretto di ciò. Imparare ad essere accomodante con me stesso e ad accettare i miei limiti, così come quelli degli altri, è qualcosa su cui lavoro molto in terapia. Non riesco proprio a spostare la mia mentalità dal modo in cui sono stato cresciuto a un approccio più umano a me stesso e agli altri, e questo mi trasforma in un enorme buco del culo nei momenti in cui dovrei essere più comprensivo.

#28

Ho iniziato a classificare le cose in "problemi per te" e "problemi per me". Posso controllare le mie azioni e reazioni, e basta. Non posso controllare nient'altro. Se qualcuno è uno stronzo e mi fa arrabbiare, allora è un problema loro e hanno bisogno di lavorare su quella parte di se stessi. Se agiscono con buone intenzioni ed è un incidente, allora è un problema per me se tengo questo contro di loro. Sollevare la responsabilità da me stesso per le azioni degli altri e stabilire solo la responsabilità per me stesso ha davvero ridotto il mio stress e il mio senso di colpa.

#29

Fantasma le persone senza motivo. Se non mi sento di tenermi in contatto con alcune persone (non perché sono cattive o di qualche tipo), non mi prendo la briga di rispondere alla loro chat almeno per una settimana (o più a lungo se la chat è annegata) a meno che non è molto importante/urgente.

#30

Posso portare rancore a lungo

Crediti immagine: [eliminato]

(Fonte: Bored Panda)