30 miti comuni sulla sopravvivenza che sono effettivamente pericolosi

Se c'è qualcosa che abbiamo imparato dal reality show Man vs Wild, è che se ti capita di essere solo nella natura selvaggia invivibile, devi avere una buona dose di hack di sopravvivenza a portata di mano. Cose come: la vita inizia e finisce con il nastro adesivo, i lacci sono i tuoi amici, o l'acronimo PRWF (Protection, Rescue, Water, Food).

E anche se le possibilità che tu ed io mettiamo piede nella taiga siberiana e dovremo sopravvivere mangiando insetti e radici sono piuttosto basse, la conoscenza è potere e la conoscenza della sopravvivenza ne è la pompa di ferro.

Ma secondo questo thread pubblicato su r/AskReddit , non tutti i comuni suggerimenti per la sopravvivenza sono in realtà così utili. Le persone sostengono che molti possono fare più male che bene, quindi il buon senso, una mente razionale e la verifica dei fatti devono sempre venire prima di tutto. "Qual è un mito di sopravvivenza che è completamente sbagliato e potrebbe farti uccidere?" il Redditor Standardgenre45 ha chiesto alle persone e le risposte sono arrivate.

Prendili con un pizzico di sale, o anche con una borsa, o meglio, scorri la nostra intervista approfondita con Tony Nester, un istruttore di sopravvivenza e autore di più libri che ha tenuto corsi di sopravvivenza nella natura selvaggia e bushcraft negli ultimi 30 anni . Nester ha lavorato con una vasta gamma di gruppi e persone, dalle unità delle operazioni speciali militari alla tribù Ojibwa, ai Discovery and Travel Channels, ed è stato consulente nel film Into the Wild. Ha felicemente condiviso alcuni fantastici suggerimenti per la sopravvivenza e sfatato alcuni miti comuni, quindi tirate fuori i vostri taccuini, tutti!

# 1

Forse non è proprio un mito, ma qualcosa che la gente potrebbe pensare sia vero dopo aver visto le persone salvate dall'acqua in TV. "fai respirare e mandali sulla loro strada allegra"

Se salvi qualcuno da un quasi annegamento, deve comunque andare in ospedale, anche se ora è al sicuro sulla terraferma.

I polmoni sono ricoperti da una sostanza simile a una mucosa scivolosa chiamata tensioattivo. È una specie di lubrificante e impedisce loro di collassare e attaccarsi a se stessi. Se hanno ingerito molta acqua nei polmoni, è probabile che abbiano lavato via il tensioattivo. I loro polmoni potrebbero collassare in qualsiasi momento e la loro capacità di assorbire ossigeno è ridotta. Porta il sopravvissuto in ossigeno.

fonte: subacqueo addestrato al salvataggio qui.

Crediti immagine: EatDiveFly

Per saperne di più sulle tecniche di sopravvivenza e sui miti su di loro, Bored Panda ha contattato Tony Nester, un famoso istruttore di sopravvivenza all'aperto e autore di più libri che ha condiviso uno sguardo approfondito su ciò che abbiamo effettivamente bisogno di sapere per sopravvivere là.

"Negli ultimi 30 anni mi sono guadagnato da vivere insegnando sopravvivenza nella natura selvaggia e corsi di bushcraft in Arizona e Colorado, nonché negli Stati Uniti", ci ha detto Nester. È cresciuto nel Michigan e ha avuto molti mentori all'aria aperta, fino a quando ha lavorato nel campo dell'educazione all'avventura mentre si laureava in antropologia. Alla fine, il suo percorso lo portò a "guidare estesi viaggi di sopravvivenza nel deserto che mi hanno portato ad amare il sud-ovest".

"Il mio obiettivo è fornire sia abilità pratiche che informazioni testate sul campo in modo che escursionisti, esploratori e viaggiatori con lo zaino possano avere alcuni metodi di autosufficienza su cui fare affidamento nel caso in cui si perdessero, si ferissero nell'entroterra o semplicemente si imbattessero nella legge di Murphy in le terre selvagge", ha detto.

#2

Non so se questo conta come un mito di sopravvivenza, ma in realtà non devi (e probabilmente non dovresti) aspettare 48 ore per denunciare qualcuno come scomparso. Quelle prime ore sono cruciali, quindi segnala immediatamente qualcuno come scomparso.

Crediti immagine: SalFunction12

#3

Non tanto un mito di sopravvivenza, ma un comune errore da campeggio che un sopravvissuto dilettante potrebbe fare: non usare mai rocce che si trovano dentro o vicino al letto di un fiume per un fuoco da campo. Sempre. Molti rimangono minuscoli pezzetti d'acqua intrappolati all'interno delle rocce, quindi quando vengono riscaldati da un fuoco, si trasforma in una bella granata a causa dell'acqua riscaldata e trasformata in vapore, espandendosi rapidamente. Pezzi caldi di rock ovunque. Alla gente piacciono le rocce di fiume perché sono lisce e facili da cucinare e hanno un aspetto fresco, ma sono pazzamente pericolose. Un sacco di rocce tutt'intorno. Trovane un altro.

Crediti immagine: ascootertridingataco

#4

Se un orso ti trova, corri giù per la collina. Non possono correre giù per la collina.

Devo immaginare che uno stronzo abbia iniziato questo quando voleva vedere il suo altro amico stronzo che veniva sbranato a morte. Possono assolutamente correre in discesa e sono INCREDIBILMENTE VELOCI. Possono anche correre sugli alberi in modo terrificante.

Cordiali saluti, la cosa della mamma orso si applica davvero agli orsi bruni. Gli attacchi di orso nero sono incredibilmente rari e di solito solo da parte di maschi affamati e/o aggressivi. Ho fatto molte fotografie di animali selvatici di orsi e ne ho parlato con molti biologi della fauna selvatica. Quando fotografo gli orsi neri ei loro cuccioli sono molto docili. Se qualcosa o tu li spaventa, inseguiranno i loro cuccioli su un albero e poi custodiranno il fondo dell'albero. Non ti attaccheranno. Se è un orso nero maschio probabilmente si chiederanno, ma manterranno sempre le distanze. Se incontri un orso nero, fai più rumore possibile e fatti sembrare il più grande possibile. Se incontri un orso bruno, inizia a indietreggiare molto lentamente. Non scappare mai e non voltare mai le spalle. Se sta per attaccarti e non c'è niente da fare, sdraiati a pancia in giù con le mani dietro la nuca e fai il morto. Attaccano principalmente quando sono sorpresi o minacciati. Se la sorpresa/minaccia è sparita, molto probabilmente andranno avanti.

Ma per favore, per amore di Dio, non scappare mai e non arrampicarti mai su un albero.

Crediti immagine: Siriuxx

Si scopre che l'80% delle persone che si bloccano o si perdono sono escursionisti. Per questo motivo, Nester si concentra su quelle che chiama le 5 grandi priorità di sopravvivenza di riparo, acqua, fuoco, pronto soccorso e segnalazione. "Pianificare per queste aree e avere il giusto tipo di oggetti nel tuo kit di sopravvivenza ti aiuterà a sopportare un incidente nella natura selvaggia 24-72 fino a quando i ricercatori non riusciranno a localizzarti", ha aggiunto.

Nester insegna anche corsi di bushcraft di 3-7 giorni incentrati su abilità sia moderne che tradizionali come piante commestibili, tracciamento, abilità con l'ascia, navigazione terrestre, fuochi d'artificio ("non quello che vuoi fare quando sei perso, quindi porta un accendino e fiammiferi!” avvertì) e abilità nell'intaglio del legno.

“Per loro natura, queste abilità richiedono più tempo per sviluppare una connessione con il paesaggio e comprendere il quadro più ampio di come gli esseri umani abbiano sempre fatto affidamento direttamente sul mondo naturale per soddisfare tutte le loro esigenze. Laddove la sopravvivenza consiste nell'affrontare un'emergenza nell'entroterra e sventrarla fino all'arrivo della squadra di ricerca, il bushcraft consiste nell'usare una manciata di strumenti e metodi tradizionali per forgiare un rapporto più profondo con le terre selvagge e il modo in cui dipendiamo da sempre dalla terra".

#5

Se stai vagando nel deserto, chiedendoti se le piante e l'acqua sono sicure da mangiare e da bere, guarda cosa fanno gli animali. ti mostreranno le piante e l'acqua sicure.

spoiler: questo non è vero. molti animali si sono evoluti per consumare cose che sono velenose per noi o nutrizionalmente prive di valore.

esempio: avvoltoi

Crediti immagine: eslforchinesespeaker

#6

Non bere l'acqua del cactus, non è potabile e potrebbe provocare vomito/diarrea e ti disidraterai maggiormente.

Crediti immagine: Ehzabeth

#7

Razionamento dell'acqua è generalmente una scelta terribile: bevi quello che hai finché non è finito. Usa quel tempo con buoni livelli di idratazione per fare il punto della tua situazione e fare buone scelte.

Il processo decisionale e le capacità fisiche diminuiscono molto rapidamente quando sei disidratato. Le prime decisioni che prendi dopo aver realizzato che sei in una situazione di sopravvivenza sono critiche e pagano dividendi lunghi.

La maggior parte delle situazioni di sopravvivenza viene risolta entro 72 ore e molti escursionisti vengono trovati morti nel deserto con bottiglie d'acqua piene.

Crediti immagine: RangerActual

Quando gli è stato chiesto quali sono le tre abilità chiave di sopravvivenza per sopravvivere da solo nella natura selvaggia, Nester ha iniziato con "un atteggiamento". Ha spiegato: "Supponendo che tu non abbia subito una ferita o un infortunio grave e abbia bisogno di attenzione immediata, la mentalità è la chiave e sottolineo sempre il concetto critico di PMA … Atteggiamento mentale positivo, che ha tirato fuori molti sopravvissuti in tutto il mondo da estenuanti situazioni, nonostante non abbiano addestramento o attrezzatura”.

#8

Almeno in Australia, non è necessario identificare o cercare di catturare il serpente che ti ha morso. L'antiveleno è universale.

Crediti immagine: harrymurkin

#9

In caso di intrappolamento/smarrimento durante una tempesta di neve durante la guida: A) Non abbandonare l'auto. Sei letteralmente all'interno di un rifugio GIÀ. UN LUCIDO! È più facile individuare un veicolo innevato che un cadavere innevato.

B) Non tenere il motore acceso. È una tempesta di neve, il tuo scarico si bloccherà, farai un pisolino. Snugga-bugga, sei morto. Attendere che la tempesta passi, controllare che lo scarico sia libero, far funzionare il motore a brevi raffiche.

C) Se hai ignorato questi passaggi e ora stai camminando nella tempesta di neve, perché il tuo senso dell'orientamento è "impeccabile", non rimuovere gli strati di abbigliamento! Crederai che stai diventando caldo. Razionalizzerai è dal bruciare calorie. Morirai. La sensazione di "caldo" è che stai perdendo la temperatura corporea. Adesso stai lentamente morendo. Se hai ancora il tuo ingegno, torna sui tuoi passi e torna DIRETTAMENTE alla tua macchina.

Aspetta il salvataggio.

Crediti immagine: davidvidalnyc

# 10

La maggior parte delle persone probabilmente ne è consapevole, ma se soffri di diarrea, devi fare qualcosa di più del semplice bere acqua perché stai anche perdendo molti sali/elettroliti e non reintegrarli può davvero fotterti su.

Puoi preparare un Pedialyte/Gatorade piuttosto semplice a casa aggiungendo 6 cucchiaini di zucchero e mezzo cucchiaino di sale per litro d'acqua. Non avrà un sapore eccezionale, ma puoi aggiungere altri aromi per mascherarlo come il succo di limone o simili.

Ho fatto un corpo di pace in una regione tropicale e la maggior parte dei volontari è arrivata a temere gli inevitabili episodi di infezione da parassiti/gi non solo per essere incredibilmente malato, ma anche per aver dovuto bere litri e litri di ORS, che è il pedialita preferito dai corpi di pace butta giù ahah.

Crediti immagine: cardamom_poppy

“In poche parole, questa è la volontà e il desiderio di sopportare una notte brutale nelle terre selvagge. Non c'è niente di divertente o romantico nell'essere persi o nel sopravvivere da soli e tutto si riduce ad avere una ragione al di là di te stesso per vivere. Nelle interviste che ho fatto con sopravvissuti nel mondo reale nel corso degli anni e riflettendo sulle mie chiamate ravvicinate, è diventato evidente che avere una cosa per cui vivere è la chiave… i tuoi figli, il coniuge, il cane, i genitori o la tua fede è ciò che galvanizzerà la tua forza di volontà e ti aiuterà ad affrontare quella caviglia fratturata mentre la pioggia fredda sta scendendo e la notte è su di te!

E con la mentalità arriva la necessità di pianificare e prepararsi prima della tua escursione, ha detto Nester. Ha suggerito di dire a qualcuno esattamente dove stai andando e quando tornerai, controllando le previsioni del tempo e portando un kit di sopravvivenza di qualità per gestire quelle Big 5 priorità.

# 11

Se vieni coinvolto in un incendio boschivo, puoi sopravvivere trovando una grande depressione o una grotta e aspettando che il fronte di fiamma passi. Morirai soffocando mentre il fuoco consuma tutto l'ossigeno. Hai molte più possibilità di correre attraverso il fronte di fiamma. Proteggi i tuoi occhi, il viso e soprattutto le vie aeree, copri quanto più possibile la tua pelle. Le cose principali sono proteggere gli occhi, la bocca e il naso. Scegli una linea con il minor numero di ostruzioni e dove il fuoco brucerà meno intenso. Chiudi gli occhi, fai un respiro profondo e corri, lo saprai una volta che ce l'avrai fatta. La maggior parte delle persone sussulterà o proverà a inspirare una volta colpito il fronte di fiamma, ecco perché devi proteggerlo, altrimenti inspirerai una boccata d'aria surriscaldata, ti riempirai all'istante i polmoni e annegherai nei tuoi stessi fluidi corporei.

Crediti immagine: scoopdiddy_poopscoop

# 12

L'alcol non ti scalda. Ti senti caldo poiché dilata i vasi sanguigni del viso e delle estremità, ma ciò ti fa perdere più calore nell'ambiente e quindi ti farà morire di ipotermia più velocemente se non altro.

Crediti immagine: bobbi21

# 13

Non cercare di lasciare un'isola deserta se sei bloccato, quasi sicuramente morirai prima che qualcuno ti veda.

Crediti immagine: Slavic_bumpkin

La seconda cosa fondamentale per la sopravvivenza è la creazione di ripari. "L'ipotermia è il killer numero uno delle persone all'aperto in tutto il mondo e la maggior parte dei casi si verifica con temperature di 50 gradi F. Porta un foglio termico AMK, un telo blu 5×7 e 25 piedi di corda (i negozi di ferramenta di grandi dimensioni li portano) e indossa gli strati, quindi impara come attrezzare il tuo telo per tenerti fuori dagli elementi. Esercitati a legare il gancio di legno e il mezzo gancio in quanto sono molto semplici da ricordare e ottimi per fissare un riparo sul posto", ha detto Nester ricordando che "il tuo primo riparo sono i tuoi vestiti, quindi evita il cotone al 100% e indossa il pile, lana o altri indumenti che manterranno l'isolamento anche quando sono bagnati.

# 14

Per l'amor di Dio non mangiare tutto crudo.

Se vedo un altro episodio di Bear Grylls che mangia un pipistrello o un uccello crudo come un sashimi, penso che impazzirò.

Dovresti assolutamente fare del tuo meglio per cucinare il cibo che hai mangiato. Anche se è attraverso un fuoco aperto per pochi minuti. Mangiare, diciamo, un uccello morto che potrebbe o meno avere l'influenza aviaria è molto peggio che creare un fuoco per cuocerlo. Congratulazioni per esserti fottuto completamente mangiando carne selvatica cruda!

Crediti immagine: mjohnsimon

# 15

Prendere a pugni uno squalo nel naso.

Hai visto un naso di squalo? È scivoloso e si inclina in tre file di denti!

Cerca gli occhi se necessario, ma evita soprattutto di comportarti come una foca ferita! Se ti agiti come "ahh cazzo mi mangerà"

Lo squalo si sentirà obbligato a farlo

"ahh cazzo, immagino che ti mangerò"

Crediti immagine: Krazie Kanuck

#16

Mito: quando si fa un'escursione nel paese dei grizzly, una pistola è il modo migliore per proteggersi dai grizzly.

Questa è una stronzata assoluta. Lo spray per orsi è molto più efficace di qualsiasi pistola in un attacco di orsi. Immagina un orso di 600 libbre che ti carica a 35 mph. Quanto pensi che dovresti essere bravo a sparare per fermare quell'orso prima che arrivi a te? E se non lo uccidessi un colpo? Quell'orso ora ha l'adrenalina che scorre attraverso il suo corpo oltre alla sua già folle forza.

Lo spray per orsi, tuttavia, fermerà quell'orso e lo farà scappare. Tutti gli studi mostrano che lo spray per orsi è molto più efficace nel fermare la carica degli orsi.

Il terzo passo cruciale per la sopravvivenza è la capacità di segnalare, ci ha detto Nester. "Sei un minuscolo puntino del paesaggio per i ricercatori, quindi porta uno specchio di segnalazione in vetro da 3"x5" (e sappi come usarlo… ci vogliono solo pochi minuti nel tuo giardino), un fischietto, una torcia oltre a usare il tuo funzione stroboscopica del cellulare.

Per i viaggi più lunghi, Nester porterà un Personal Location Beacon ACR riconosciuto dalle unità di ricerca e salvataggio negli Stati Uniti e in molte parti del mondo. "Questo dispositivo può inviare un segnale all'unità di ricerca più vicina nella tua regione e individuare la tua posizione", ha detto.

“Dato che gran parte degli Stati Uniti occidentali sono una scatola di esca per gran parte dell'anno, non consiglio di segnalare incendi, quindi porta con te un po' degli equipaggiamenti di cui sopra e sarai in grado di attirare l'attenzione su di te. Se si rompe con il veicolo, usa i fari e il clacson e distribuisci gli oggetti in un ampio cerchio intorno alla tua auto per rendere evidente che sei bloccato.

#17

Aspetta di sentire il suono del treno merci per andare al rifugio del tornado.

Mi è sempre stato detto da bambino, se non riesci a sentirlo stai bene. A 20 anni sono stato sorpreso nel bosco con alcuni amici che pensavano che avessimo 10-15 minuti per tornare al camion dopo che l'allarme tornado si è spento. 3 minuti dopo l'avviso abbiamo sentito quello che sembrava un treno merci e questo forte sibilo. Come mille serpenti a sonagli. In 30 secondi stavamo guardando gli alberi che venivano strappati in aria.

Ce l'abbiamo fatta tutti bene. Fortunatamente c'era un grande burrone che era asciutto in quel periodo dell'anno e ci siamo arrampicati su di esso e ci siamo appiattiti aggrappandoci l'uno all'altro e alle rocce per la vita cara.

Ci sono voluti 30 secondi dal momento in cui ci siamo resi conto che era davanti a noi fino a quando era sopra di noi.

Più tardi nella vita ho visto un F3 atterrare. Perché come girano i tornado e come gira la terra, e io stavo viaggiando a 75 miglia all'ora lungo un'autostrada. Pensavo di correre lungo di essa. A circa 1 miglio da esso. Non riuscivo a sentirlo, potevo vedere alberi e fienili che si alzavano in aria con esso. Non mi ero mai reso conto che stesse venendo verso di me a circa 30 miglia all'ora. Quando l'ho sentito e ho sentito un cambiamento di pressione all'interno della cabina del mio camion, non avevo altra scelta che tirarmi indietro e correre in un canale sotterraneo lungo il lato dell'interstatale. Tutto questo è successo in 60 secondi. Se hai già sentito il tornado. Devi essere nel tuo rifugio. Non dirigersi verso di esso.

Un orologio tornado è un avviso da tenere d'occhio per i tornado. Significa che è altamente plausibile che un tornado si formi e atterri. Un avviso significa che un radar ha indicato che un tornado è atterrato e forse è stato anche individuato dall'occhio umano. Se non puoi entrare nelle porte, abbassati il ​​più possibile.

Ho preso l'abitudine, non appena un orologio tornado viene rilasciato nella mia contea, la mia borsa da viaggio, la borsa per pannolini, le cose per bambini di cui avranno bisogno, tutto va in un grande borsone nella stanza della tempesta. Guarderò il radar di velocità come un falco finché l'orologio non sarà cancellato. Se è elevato a un avvertimento, ci accumuliamo tutti. I tornado possono cadere dal cielo proprio sopra di te in meno di un minuto, lasciandoti con poco o nessun tempo di reazione.

#18

Se stai guidando durante un avviso di tornado, non scendere dall'auto e arrampicati sul lato di un cavalcavia per nasconderti sotto un ponte. Questo mito è diventato famoso dopo il video amatoriale di un uomo e sua figlia nascosti sotto un cavalcavia, ma quello che hanno scelto aveva una costruzione insolita che offriva loro protezione in un modo che la maggior parte non fa. La velocità del vento aumenta quanto più si sale da terra e i passaggi stretti possono creare un effetto galleria del vento, prendendo i detriti volanti raccolti dal tornado e mandandoli direttamente attraverso di te a 200 mph o più.

Crediti immagine: SanibelMan

# 19

Non legare una corda intorno alla vita e aspettarti che ti salverà da una caduta. Certo, potrebbe impedirti di colpire il suolo, ma puoi comunque danneggiare i tuoi organi interni e romperti la schiena. Le imbracature di sicurezza avvolgono i fianchi e le gambe, non la vita.

Crediti immagine: nowhereman136

Volevamo anche scoprire quali sono i miti di sopravvivenza più comuni che sono effettivamente sbagliati e l'istruttore di sopravvivenza ne ha condivisi un paio. "Mi viene chiesto continuamente: 'puoi davvero aprire un cactus e prendere dell'acqua fresca?' No, tutti i cactus sono ricchi di alcaloidi, il che ti renderà estremamente nauseato e ti farà vomitare, disidratandoti ulteriormente in un ambiente desertico. E tra i cinque barili di cactus nel deserto, ce n'è solo uno che non è tossico… il barile dell'amo da pesca.

Si scopre che Nester ha provato a usare quest'ultimo in passato in condizioni di non sopravvivenza dopo aver ottenuto dei cactus che sono stati fatti esplodere sulle scogliere dopo le inondazioni improvvise. Ha raccontato che la sostanza vellutata all'interno è simile a una colla di Elmer acquosa. "Non solo ho dovuto meditare come un monaco per tenerlo basso, ma, aggiungendo una sostanza nociva al mio corpo, ho avuto una certa nausea per il resto del pomeriggio, il che ha influenzato notevolmente la mia capacità di camminare anche per brevi distanze".

# 20

Se vieni pugnalato da qualcosa, NON provare a rimuovere l'oggetto. Se provi a tirarlo fuori, peggiorerai le cose e potresti morire dissanguato, a seconda di dove sei stato pugnalato. Lascia stare e fatti aiutare.

Crediti immagine: fall_and_green

#21

1. Devi stare tranquillo.

2. Puoi estrarre una bomboletta di Bearspray più velocemente di…

Così. MOLTI. Post su "Dj di montagna", la realtà è che se fai un'escursione da solo a Bear o Mountain Lion Country dovresti assolutamente essere rumoroso. Porta con te un dispositivo antirumore e fai rumore. Se un altoparlante, di sicuro, disattivalo in presenza di altri. Ma qualcosa. Fischio. Tromba d'aria.. Altoparlante. Non importa. Devi essere rumoroso quando sei da solo a intervalli regolari.

#22

Costruisci una zattera per salpare verso la civiltà se ti ritrovi abbandonato su un'isola deserta. Rimani sull'isola e fatti trovare vivo vs mai trovato o trovato disidratato e morto per esposizione.

Anche camminando verso la sicurezza se ti perdi e la tua auto si guasta. Rimani con il veicolo. Trovano sempre il veicolo. Sono gli abitanti… non tanto.

Crediti immagine: Rowman25

“L'altro malinteso viene dal vivere della terra. Molti dei miei studenti ritengono che sia simile a spingere un carro attraverso il corridoio dei prodotti agricoli, ma richiede una notevole conoscenza delle piante commestibili (e di quei sosia velenosi), abilità di pesca e attrezzatura, una comprensione della selvaggina e delle loro tracce, know-how di caccia e molto tempo libero sulla terra per mettere in pratica le tue abilità”, ha spiegato Nester.

"Quindi, se ti sei perso, rimani fermo e aspetta i soccorsi piuttosto che bruciare calorie preziose alla ricerca di frutti di bosco o quella trota sfuggente, e ricorda che i sopravvissuti sono rimasti senza cibo per oltre 43 giorni".

# 23

"Segui gli uccelli in volo per trovare l'acqua." Potrebbero volare ovunque.

Crediti immagine: C_IsForCookie

#24

Tutti si concentrano su cibo e acqua, ma sottovalutano completamente la rapidità con cui l'esposizione ti ucciderà. In alcuni casi, non durerai 24 ore.

Bonus aggiuntivo a questo: ogni guida che abbia mai letto dice di accendere prima il fuoco. Accendere il fuoco a volte è fottutamente difficile. Ci sono molti ambienti in cui un appartamento non può garantire un buon incendio (deserti, per mancanza di carburante e qualcosa di particolarmente umido).

Se arrivi a metà notte e ti rendi conto che non puoi accendere il fuoco, avrai dei problemi.

Quindi fai riparo. Puoi SEMPRE garantire un riparo e un posto letto isolato. Assicurati che la tua biancheria da letto abbia uno spessore di almeno 4 pollici quando ti sdrai sopra. Ti garantisco che sottovaluterai quanto male il terreno ti risucchia il calore.

Rendi il tuo rifugio il più piccolo, spesso e resistente alle intemperie possibile.

Crediti immagine: Tru3insanity

#25

Se Bear Grills lo fa, non farlo.

Se Survivorman Les Stroud lo fa, considera di farlo.

L'ultimo malinteso riguarda il fabbisogno idrico. Nester ha spiegato che "l'intervallo per sopravvivere senza acqua va da 4 ore a 11 giorni, a seconda della regione geografica in cui ti trovi, periodo dell'anno, condizione fisica, altitudine, vento, temperatura dell'aria e umidità".

L'istruttore di sopravvivenza ha detto che nei suoi corsi di sopravvivenza nel deserto a maggio, è noto che consumano 2-3 litri d'acqua, a persona al giorno. “In confronto, in montagna potremmo bere solo 2-3 litri. La ricerca del Grand Canyon indica che puoi sopravvivere fino a 48 ore senz'acqua se rimani fermo, all'ombra, lontano dal terreno caldo e attendi i soccorsi piuttosto che bruciare il tuo prezioso sudore cercando di localizzare l'acqua (è un deserto, ricordare…)."

#26

Il fulmine non colpisce due volte lo stesso punto. Bugie. Ovviamente la persona che ha coniato quella frase non viveva in Florida.

#27

NON BERE LA TUA PISCI!!! Non me ne frega un cazzo di quello che dice Bear Grylls…

Anche se puoi bere brevemente la tua pipì prima di ammalarti, ma l'urina è letteralmente il tuo corpo che elimina le tossine dalle tue viscere mollicce. Fare affidamento sul consumo di urina ti renderà più disidratato di prima, ti farà ammalare gravemente, ad esempio febbre, infezioni, ecc. e può portare a danni/insuccessi ai reni e al fegato, quindi come mito di sopravvivenza è probabilmente uno dei miei preferiti vedere le persone provare.

Crediti immagine: Westglade

#28

Eccone una buona: se sei in un ascensore in caduta libera, NON SALTA. Non renderà più facile il tuo atterraggio, probabilmente ti paralizzerà o ti ucciderà. Stenditi per cercare di distribuire il tuo peso (così come la pressione dell'urto) in modo più uniforme. Ti darai una migliore possibilità di sopravvivenza in questo modo.

Voglio dire, è un ascensore, quindi non c'è alcuna garanzia che sopravviverai, ma comunque una piccola possibilità è meglio di niente!

Crediti immagine: NuckingFutsWinx

Nester ha concluso che "la maggior parte delle persone che si perdono nelle terre selvagge soffrono della sindrome di Dayhiker, il che significa che pensano:" Sto solo facendo una breve passeggiata, o esco per qualche ora con il cane, o sarò solo un a pochi chilometri da casa. Sono le decisioni prese sul divano di casa prima del viaggio che spesso mettono nei guai le persone poiché non lasciano un piano di viaggio o non portano con sé attrezzatura adeguata (o qualsiasi).

"Inizia sempre con questa piccola cascata di disastri di decisioni sbagliate che spesso porta qualcuno a rimanere bloccato nelle terre selvagge, quindi lascia un piano di viaggio con qualcuno a casa e porta sempre un piccolo kit di sopravvivenza per prendersi cura di quelle 5 grandi priorità", ha detto a Bored Panda.

#29

Togliti tutti i vestiti e coccola con qualcuno per prevenire il congelamento o l'ipotermia.

Questo non funziona, verrai trovato solo morto e nudo.

Tuttavia, è ottimo per la sopravvivenza della specie.

Crediti immagine: RavennaMagnus

#30

dopo essere stato morso da un serpente che cerca di succhiare il veleno, non farlo, succhiando l'area del morso il tuo sangue scorre più velocemente e aumenta la velocità del veleno che agisce sul tuo corpo, ti arriverà solo al cuore più velocemente e ti uccidi

Crediti immagine: JakeRyback18

(Fonte: Bored Panda)