30 donne stanno condividendo domande azzeccate dai loro terapisti che hanno fatto clic su tutto

La paura di essere stigmatizzati dagli altri porta spesso le persone ad evitare la psicoterapia. Ancora peggio, alcuni di noi interiorizzano lo stigma che riduce ulteriormente la probabilità di cercare aiuto.

Tuttavia, è stato dimostrato che la psicoterapia migliora le emozioni e i comportamenti ed è collegata a cambiamenti positivi non solo nel cervello ma anche nel corpo.

Interessato a come ciò accada, Redditor u/annabel420 ha recentemente chiesto alle donne "Qual è la domanda migliore che ti ha fatto il tuo terapeuta?" E hanno risposto.

A partire da questa pubblicazione, il post di u/annabel420 ha 777 commenti, molti dei quali descrivono in dettaglio il momento potente in cui le persone hanno iniziato a guarire. Ecco alcuni dei più memorabili.

#1

Terapeuta: "Ti rendi conto che stai descrivendo abusi domestici"

Io: "Oh no, non mi ha mai picchiato."

Il terapeuta procede a spiegare l'abuso emotivo, psicologico e finanziario.

Crediti immagine: UnBulky_Jellyfish

#2

“Questo avrà importanza tra 5 anni? Che ne dici di 5 mesi? 5 giorni? Avrà importanza anche tra 5 ore? Allora perché stai sprecando più di 5 minuti a preoccupartene?"

Crediti immagine: RubyRedSunset

#3

Terapeuta: “Non penso che tu sia felice o che sappia cosa ti rende felice. Hai passato tutta la tua vita a cercare di rendere felici gli altri e non ti sei mai concentrato su te stesso. Hai lavorato così duramente per una vita che puoi mettere su una cartolina (moglie, grande casata e carriera, ecc.), ma non credo che tu voglia niente di tutto ciò.

Io: sei pazzo Certo che so cosa mi rende felice!

Terapeuta: nomina 5 cose.

Me: …..

Questa conversazione mi ha fatto cambiare significativamente i miei modi ed è stata probabilmente l'unica dichiarazione di maggior impatto in tutta la mia vita.

Lei aveva ragione.

Crediti immagine: Tickle_Sh*ts_

#4

"Perché continui a riferirti a te stesso come ad avere problemi di rabbia e problemi emotivi?"

Era la prima volta che pensavo che i problemi di "rabbia" che mi dicevano che avevo da quando ero piccola erano solo la mia famiglia che non voleva affrontare i miei bisogni emotivi. Per tutta la vita ero stata illuminata dal gas per pensare che tutte le mie emozioni fossero irragionevoli ed "estreme", quando in realtà non lo erano.

Mi sono "diplomata" da poco in terapia (a mia scelta, con la porta sempre aperta per tornare indietro). Mi ci sono voluti 1,5 anni per reimparare le emozioni, come esprimermi e non "proteggere" le persone dalle mie emozioni. Sento fortemente le emozioni (è stato diagnosticato l'ADHD), ma nessuna delle mie reazioni è estrema.

Crediti immagine: WrackspurtsNargles

#5

"Perché cerchi sempre la loro approvazione, quando non hai mai approvato le loro scelte?"

Questo mi ha aperto gli occhi quando ho parlato dei miei genitori con lei.

Crediti immagine: curiositàcuredpussy

#6

per quanto riguarda il dialogo interiore negativo: "le cose che dici di te stesso…se i tuoi amici più cari fossero depressi e attraversassero un momento difficile, diresti loro le stesse cose?"

Crediti immagine: vanillaladiee

#7

Se non fossi imparentato con i tuoi parenti, saresti loro amico?….se no, allora perché ti importa così tanto quello che pensano?

Crediti immagine: ziafood

#8

"Di chi è la voce che dice quelle cose?"

Di recente mi ha detto all'inizio delle nostre sessioni che ho fatto molte affermazioni negative su di me e mi ha fatto questa domanda. Ho detto che è la mia voce a dirmelo. Sono passate 16 sessioni e ho detto qualcosa di negativo e lei ha fatto la stessa domanda. Questa volta ho detto che la voce è di mia madre. Mi ha davvero aiutato a capire che tutti i pensieri negativi che ho su me stesso sono un prodotto di ciò con cui sono stato educato. È stato completamente illuminante.

Crediti immagine: fizzingwhizbeez

#9

Pensi che il tuo dolore riguardi la fine della relazione o il tuo dolore riguarda quello che pensi sarebbe potuto essere e come pensavi che sarebbe stato? Era quest'ultimo

Crediti immagine: donner_dinner_party

#10

'Se tu avessi un figlio, lo lasceresti intorno a questa persona?'

Assolutamente no.

"Perché ritieni di non meritare di essere protetto da questo tipo di persone e abusi?"
'Chi si prende cura del bambino in te che non si sente mai al sicuro?'

Crediti immagine: voltato pagina

#11

"Sei arrabbiato per qualcosa che qualcuno ha detto, o sei arrabbiato per come l'hai sentito?"

Questo mi ha portato a imparare che penso troppo / analizzo eccessivamente le situazioni e creo la mia percezione che le persone siano arrabbiate con me.

#12

"Sei libero di mentirmi. Hai pensato di non mentire a te stesso?"

È stato uno schiaffo in faccia, ma nel miglior modo possibile.

Crediti immagine: thrwaysu

#13

ero in una relazione violenta che mi ha lasciato gravemente traumatizzato, sono in terapia da un anno ormai e di recente abbiamo parlato di responsabilità, e di come mi sentivo come se avrei dovuto fare di più per proteggermi e vedere i segnali di pericolo, parlando della prima volta che si è arrabbiato con me per aver parlato con un altro uomo. E il mio terapista chiede: "Quando si è irritato con te la prima volta, sapevi in ​​quel momento che ti avrebbe sbattuto contro un muro e che saresti dovuto fuggire da casa sua nel cuore della notte nei morti? dell'inverno senza scarpe?" e quando ho ridacchiato e ho detto no, mi aspettavo solo che fosse normale gelosia che potessimo lavorare insieme, e lei dice "esattamente. Non potevi saperlo. Nessuno si aspetta che il loro partner li abusi. Devi essere gentile al tuo io passato, ora hai esperienze che ti sarebbero d'aiuto se questo genere di cose accadesse di nuovo, ma non l'hai fatto allora. Non potevi saperlo, e va bene così."

questa rivisitazione non è così eloquente come la sua risposta è stata, attenzione, ma l'inglese non è la mia prima lingua, quindi sto traducendo xD

Crediti immagine: DarthMelonLord

#14

"Questo ti rende davvero una cattiva madre o semplicemente non è all'altezza dello standard impossibile che ti sei prefissato?"

Oof, è stato un inferno di aprire gli occhi.

#15

"Perché non ti è permesso essere felice adesso, invece che quando hai perso peso?" Soffro di disturbi da alimentazione incontrollata, e questo è il motivo per cui sono andato in terapia in primo luogo. La cosa più difficile che ho imparato attraverso la terapia è che ho dovuto accettarmi per quello che sono ora per fare progressi. Questo mi ha aiutato perché non mi stavo mettendo così tanta pressione su me stesso per perdere peso, come se tutto lo stesse facendo".
"Ho guadagnato molto peso e sono andato avanti e indietro con diete, conteggio delle calorie ed esercizio fisico eccessivo per cercare di contrastare il mio mangiare eccessivo. Ovviamente, niente di tutto questo ha funzionato, il che mi ha fatto sentire completamente senza speranza mentre guadagnavo sempre più peso .

Dovevo amare il mio corpo ed essere felice e contento della mia pelle. Sono felice di come stanno le cose ora, anche se accetto di dover fare scelte di vita più sane poiché sono ancora in sovrappeso.

Se questo suona familiare a qualcuno, chiedi un aiuto professionale. Non sei pigro, hai un problema di salute mentale che necessita di cure. Era come un peso sollevato dalle mie spalle che sembrava fosse stato lì per tutta la mia vita.

Crediti immagine: darkhorse2803

#16

"Vuoi morire o non sai come andare oltre?"

Mi ha fatto davvero pensare

#17

Non sarebbe bello se per una volta qualcuno si prendesse cura di te?

Crediti immagine: mokkana

#18

"Come puoi migliorare se vivi ancora con il tuo grilletto?"

Si è trasferita un mese dopo che me l'ha chiesto.

#19

… e cosa ti impedisce di farlo?

A volte è utile che qualcuno ci faccia notare che in molti modi siamo/creiamo i nostri ostacoli.

Crediti immagine: [cancellato]

#20

"Ti rendi conto di non avere la depressione post partum, ma sei vittima di una relazione violenta?"

Ha cambiato tutto per me.

#21

"Sapevi che 'no' è una frase completa?"

Crediti immagine: portlily7

#22

"Il senso di colpa implica che hai fatto qualcosa di sbagliato. Pensi di aver fatto la cosa sbagliata?"

In termini di porre fine a una relazione che stava danneggiando la mia salute mentale.. mi ha fatto davvero ripensare alle cose per cui mi sono sentito in colpa in passato! Ha anche detto che il senso di colpa è un sentimento appreso. Non nasciamo col senso di colpa. Le persone ci fanno sentire così. Interessante!

#23

"Perché ti accendi così tanto con il gas?"

Non sapevo nemmeno che potessi accendere il gas da solo. Venire a patti con il mio trauma è stato difficile. A volte mi dico ancora che sto ancora esagerando o che ricordo male..

Crediti immagine: DarthCach

#24

"A che punto il provare diventa fare?"

Stavo passando un brutto momento e sentivo che niente stava andando bene nonostante quanto ci stessi provando, e ho detto proprio questo: "Ci sto provando, ci sto provando". E lei ha chiesto quando "stai provando" diventa "stai facendo"? Stai provando e stai facendo questo e questo, quindi stai "facendo" o provando? Fondamentalmente avevo bisogno di darmi più credito e smettere di essere così duro con me stesso e riconoscere quello che stavo facendo bene.

Inoltre, una delle mie cose preferite di tutti i tempi ha detto che chiunque abbia mai detto è stata "Le emozioni che vengono sepolte vive non muoiono mai". Quindi, lascia andare quella merda e affrontala.

Crediti immagine: Wanderlustliz

#25

Cosa mi senti dire?

Crediti immagine: GarugasRevenge

#26

"Non puoi togliere a qualcuno la maglietta che ti toglie la schiena… se lo fai, cosa indosserai?"

Odiavo questo in quel momento, perché all'epoca dare agli altri era una parte enorme della mia identità – assicurandomi sempre di essere lì per le altre persone. E mi arrabbiavo quando non l'avrei mai riavuto indietro, perché nella mia testa significava che a nessuno importava abbastanza di me da dare quello che stavo dando. Si scopre che stavano solo stabilendo i loro confini per ciò che sono in grado di dare senza svuotarsi emotivamente come me. In una certa misura lotto ancora con esso, ma almeno ora mi sento meglio nel prendermi cura di me stesso prima. Nove volte su dieci, le persone lo capiscono e sono state di grande supporto.

#27

La mia terapista di solito non fa domande, ma mi ha fatto qualcosa che mi ha fatto riflettere profondamente durante i miei esami di licenza di architettura.

Mi ha chiesto: "Se ti sei laureato con onore al college, hai fatto un buon esame e hai studiato, perché non dovresti passare l'esame?"

Immagino che la mia sindrome dell'impostore sia davvero molto alta e avevo totalmente paura di fallire. Sono passato, e da allora sono passati tre anni.

Il mio consulente di orientamento al college mi ha fatto capire quanto avessi bisogno della psicoterapia.

Mi ha chiesto: "Alcune persone sarebbero felici quando ti raccontano i tuoi punti di forza, ma perché piangi?"

Mi ha fatto capire che non credo a me stessa nemmeno quando dico la verità. Non credo di avere la capacità di fare qualcosa di buono.

Crediti immagine: IntoTheVortex88

#28

"Come ti sentiresti riguardo a quella situazione se fosse presente un bambino, qualsiasi bambino, non di nessuno in particolare."

Ha reso più facile accettare e impostare i miei limiti

Crediti immagine: swiftoliverapt0r

#29

"Puoi controllare le altre persone e le loro azioni?"

Combatto duramente con l'ansia e avevo una relazione con un narcisista. Il mio terapista me l'ha chiesto nel bel mezzo di uno sproloquio su come mi sentivo sempre come se dovessi spiegare agli altri il cattivo comportamento del mio ex. E mi sono semplicemente seduto lì come… Sai una cosa, no. non posso. Niente di ciò che faccio farà cambiare il mio ex o smetterà di fare quello che fa. E non è compito mio renderlo decente.

#30

"E questo funziona per te?"

Lo dice tutto il tempo. Mi ha davvero aiutato a capire che ci sono ragioni per cui ho pensato o fatto le cose in un certo modo e non è male, ma ora che la mia vita è diversa, quei modi non funzionano più per me.

Crediti immagine: Blush_and_bashful

(Fonte: Bored Panda)