30 dei momenti IKEA più divertenti e selvaggi condivisi su questo gruppo online

Acquistare mobili e articoli per la casa è sicuramente un'esperienza che richiede tempo e pazienza. Se sei mai stato in un negozio IKEA prima, puoi probabilmente immaginare che può creare un periodo stressante per alcune persone. Tuttavia, secondo questo thread di Reddit, ci sono momenti in cui alcuni clienti vanno oltre lo stress.

I redattori che hanno partecipato al thread hanno condiviso alcune storie quasi incredibili di altri o persino di se stessi che hanno assistito e persino coinvolti in alcune situazioni piuttosto peculiari. Dagli scoppi d'ira alle situazioni che stanno quasi degenerando fino alla violenza, questo elenco riguarda tutte le cose che possono andare storte in IKEA.

Il thread ha oltre 34.000 voti positivi e oltre 11.000 commenti, alcuni dei quali sono piuttosto sorprendenti. Scorri verso il basso per dare un'occhiata ad alcune delle voci più strane e divertenti.

Maggiori informazioni: Reddit

# 1

Ho lavorato in IKEA per 5 anni vendendo divani. Uno dei miei colleghi, chiamiamolo Jim, lavorava di sera e nei fine settimana in cambio mentre il suo lavoro quotidiano era insegnare matematica in una scuola superiore locale.

Un giorno una donna si presenta al bancone cercando di restituire dei cuscini. In generale, non accettavano resi sui cuscini per motivi igienici. Inoltre non aveva una ricevuta e i cuscini erano chiaramente usati e assolutamente disgustosi. Jim dice al cliente che è dispiaciuto, ma la nostra politica di restituzione afferma che accettiamo solo prodotti entro 30 giorni dall'acquisto, con la ricevuta e non utilizzati nella confezione originale.

Questo non le andava bene e iniziò a urlare contro Jim. Era dispettosa e crudele. Jim era arrivato negli Stati Uniti da un altro paese anni fa e, sebbene parlasse un inglese perfetto, aveva ancora un accento. Ha preso in giro il suo accento e gli ha detto di parlare inglese. Ha ripetutamente gridato che era stupido e non sarebbe mai ammontato a nulla. Era troppo stupido per trovare un vero lavoro, ecc.

Nel frattempo, suo figlio adolescente è sullo sfondo. Sta supplicando sua madre di smetterla di urlare contro Jim. La sta pregando di rinunciare in modo che possano tornare a casa. Alla fine si gira per gridare a suo figlio e chiedergli perché gli importa così tanto. "Quello è il mio insegnante di calcolo…" C'era già stata una serata genitore-insegnante programmata per qualche settimana dopo, suo padre andò da solo.

Crediti immagine: ikeathrowaway168151

#2

Lavoro nella zona di Smaländ all'Ikea, per chi non lo conosce Smaländ è un servizio gratuito in cui puoi lasciare i tuoi figli per un determinato periodo di tempo mentre fai acquisti.

Qualche giorno fa stavo firmando un genitore per fargli accompagnare i figli. Abbiamo 2 requisiti che consentono ai bambini di entrare in Smaländ. 1.) Devono soddisfare i requisiti di altezza 2.) Devono essere completamente addestrati al vasino, senza pull-up o pannolini. Dopo aver verificato con lei se i suoi figli soddisfacevano i requisiti, ha risposto piuttosto sulla difensiva che sua figlia indossava un pull-up ma era completamente addestrata al vasino. Dopo che le ho gentilmente detto che sua figlia non sarebbe stata in grado di entrare a Smaländ oggi perché è contro la politica si è infuriata. Poi è passato a noi chiamando il manager che ha spiegato con calma la politica ancora una volta e si è scusato per l'inconveniente… MA NON SI È FERMATO QUI. Questa signora ha continuato urlando e indicando la mia mangiatoia “non dirmi che ti dispiace per me, perché se lo fossi faresti entrare i miei figli” in cui la mia mangiatoia risponde “oh no non mi dispiace per te a tutto mi dispiace per i tuoi figli. e se ne andò con i suoi figli.

Crediti immagine: Gogirl6

#3

Un signore più anziano nel nostro reparto bagni che si lamentava di quanto siano "economici" i mobili, che sbattevano sulle cose, ecc. Ho provato a sbattere un cassetto ma si è chiuso delicatamente su di lui. Oops, il tuo capriccio è stato sventato da mobili di qualità.

Crediti immagine: Sleepypunk

#4

Questo è stato il tracollo della mia famiglia Ikea. Il mio ragazzo di allora ed io stavamo prendendo casa nostra subito dopo il college. Fino ad allora, utilizzavamo entrambi i letti gemelli grazie agli spazi abitativi degli studenti e condividere un singolo gemello si stava rivelando scomodo per due esseri umani adulti soggetti alle temperature estive della California. Per risolvere questo problema, siamo andati all'Ikea.

Le cose iniziano bene. Iniziamo con il pranzo, ammiriamo i divani del soggiorno, ci spostiamo negli utensili da cucina. Tutto fin qui fantasia godibile. E poi raggiungiamo la nostra destinazione, le camere da letto. Un mare di letti in una varietà di fasce di prezzo ci accoglie con piumoni dai colori vivaci. Un esperto acquirente di mobili, inizio a scansionare i cartellini dei prezzi per restringere le opzioni. Lo porto a un modello attraente e conveniente che penso corrisponda ad alcune delle nostre librerie. Ed è qui che iniziano i guai.

Vedete fino ad ora, non mi ero reso conto esattamente di quanto fosse grave la paura di quest'uomo di prendere decisioni. Fissa il letto in modo incomprensibile per minuti letterali, rifiutandosi di parlarne. Alla fine si scopre che comprare un letto significa impegnarsi a rimandare la scuola di specializzazione, a non trasferirsi mai sulla costa orientale e ad avere figli con me. Non capisco quella logica e chiedo una spiegazione che viene data lentamente e in lacrime.

Abbiamo trascorso tre ore in quell'Ikea ​​e siamo partiti senza niente. Circa un mese dopo siamo tornati indietro e ancora dopo diverse ore abbiamo acquistato quel letto esatto. Non ha mai frequentato una scuola di specializzazione o si è trasferito sulla costa orientale. Inoltre non abbiamo avuto figli e ci siamo lasciati pochi anni dopo. Ha preso il letto.

Crediti immagine: IMeanIDontEvenKnow

#5

Un ragazzo è entrato e voleva qualcosa che avessimo solo "in aria", quindi ci sarebbe voluto un carrello elevatore per abbassare il prodotto, cosa che non facciamo con le persone nel negozio per ragioni di sicurezza abbastanza ovvie. Gli ho detto che avremmo potuto ritirarlo subito dopo la chiusura del negozio per lui, ma non era una risposta accettabile. Ha continuato a perdermi la testa chiedendomi di tirare fuori un carrello elevatore e di portarlo giù ora. Mentre questo sta accadendo, sua moglie e due bambini piccoli si avvicinano. Dico: "Bene signore, immagina solo che i tuoi figli siano nel corridoio quando il carrello elevatore esce e si verifica un incidente, i tuoi figli potrebbero essere schiacciati da un pallet che cade, dalle braccia dell'ascensore o da qualsiasi altro numero di incidenti potenzialmente fatali .” La sua risposta: "Non me ne frega niente, voglio solo che tu prenda il mio fottuto tavolo". Non dovevo continuare la conversazione. Se ne è occupata sua moglie.

Crediti immagine: maskizizillz

#6

danielmark_n_3d ha detto:
Per tutta la mia vita, non capisco la capacità di minare le relazioni che Ikea sembra avere. Io e il mio compagno siamo andati diverse volte e ogni volta abbiamo una rivolta. Anche metterlo insieme non è troppo faticoso. Allora dimmi, che cazzo ci fanno le persone lì che fanno questo?

Robestos86 ha risposto:
Ikea sta alle relazioni come il vento sta al fuoco, distrugge il piccolo, accende il grande.

Crediti immagine: danielmark_n_3d

#7

shizzlingmanizzling ha detto:
Ho lavorato in IKEA quando ero studente, il negozio di Glasgow, in Scozia.

Quando è stato aperto di recente un anziano irlandese e sua moglie mi hanno fermato e mi hanno chiesto dove fosse IKEA, ho spiegato che erano in IKEA e non potevano capire. Quella mattina erano arrivati ​​al porto dei traghetti in Irlanda e avevano deciso di fare una gita di un giorno in un posto dove non erano stati prima. Quando sono arrivati ​​al porto in Scozia c'era un autobus dedicato "IKEA". Pensavano che IKEA fosse un posto reale in Scozia e non si rendevano conto che fosse un negozio.

Me ne sono andato cercando di non incazzarmi ridendo perché potevo sentirli incolpare l'un l'altro per l'errore!

stevemachiner ha risposto:
Gesù, questa potrebbe essere stata la mia gente.

Crediti immagine: shizzlingmanizzling

#8

Due parole. Venerdì nero. Erano le 9:55, apriamo alle 10. Avevamo quasi finito, non ci restava che mettere fuori un set da cucina per bambini. Quello che non ci rendevamo conto era che era scontato del 50%. Avevo solo due pallet da sistemare quando il negozio aprirà e l'orda è arrivata.

Erano pazzi. Scattare, spingere e spingere. Hanno lottato per arrivare a queste cucine e quando hanno notato i miei pallet, li hanno strappati e li hanno presi. Alla fine una donna ha iniziato a urlare e ha attaccato il ragazzo che ha tolto l'ultimo dal pallet, senza notare i due pallet pieni. Ho dovuto toglierla di dosso e la sicurezza è arrivata. Dopo circa 10 minuti il ​​caos è finito e ho ripulito.

A quel punto è arrivata una coppia di anziani e mi ha chiesto se erano rimaste delle cucine e ne ho messa una nel loro carrello mentre i miei colleghi ridevano di quello che era appena successo.

Crediti immagine: MindenMachine

#9

Stavo lavorando nel reparto accessori per la cucina e questo ragazzo di mezza età mi ha chiesto dove sono i piatti bianchi economici. Quindi queste sono le piastre con il prezzo più basso che sono disponibili in un colore e vengono vendute direttamente dal pallet. Ma un mese fa hanno cambiato il colore dal bianco al beige chiaro.

Spiego questo e questo ragazzo inizia ad alzare la voce con me, dicendomi che possiede un ristorante e che io vado lì e gli porto altri piatti bianchi. A questo punto so che non ho a che fare con una persona razionale qui, ma vado al computer e controllo se non c'è effettivamente un pallet di roba solo così lui vede che ho provato ad aiutarlo. Gli ha persino mostrato il grande zero grasso sullo schermo. Diventa rosso in faccia e inizia a dirmi come sono personalmente responsabile per il gas che ha speso guidando qui sulla sua Audi A8. Mi ha chiesto se so quanto gas brucia un'Audi A8. Sta urlando ora, l'intero piano sta guardando dalla nostra parte e sto facendo del mio meglio per non ridere, ma mi sono reso conto che sto già sorridendo e questo lo ha infastidito ancora di più. Il convo è andato più o meno così:

"Pagherai per la benzina che ho speso guidando qui."

"Ne dubito, signore."

"ASCOLTA QUI BAMBINO! TORNERO' A CASA, CARICO TUTTE LE F*****G TARGHE BIANCHE NELLA MIA AUTO E SCARICALE TUTTE DAVANTI AL TUO F*****G NEGOZIO E TU SARAI PAGAMI FINO ALL'ULTIMO centesimo per i danni"

"Questa è una buona idea."

Non stavo nemmeno cercando di essere scortese, volevo solo che questo ragazzo lo facesse, ma poi ha chiesto del mio manager, gli ha urlato contro ripetendo praticamente tutto, incluso il suo chilometraggio del gas Audi A8, tutto. Ha finito per comprare i piatti beige chiaro.

Crediti immagine: zombie_physician

# 10

Sta per essere seppellito, ma il mio amico lavorava all'Ikea ​​dall'altra parte della strada rispetto al Mall of America. Alcuni retroscena, il MoA ha un parco divertimenti al centro, attualmente si chiama Nickelodeon Universe, ma per i primi 15 anni circa si chiamava Camp Snoopy. Nel 2006 il MoA ha perso il franchise di Snoopy e ha ribattezzato il generico "The Park at MoA" prima di acquisire la sponsorizzazione di Nickelodeon.

Pochi giorni dopo il cambio da Camp Snoopy, il mio amico stava lavorando all'asilo nido dell'Ikea. Ha sentito un bambino chiedere alla madre: "Cosa è successo a Snoopy?"

La madre ha risposto senza perdere un colpo: "Snoopy è morto".

Fai in modo che la bambina strilli gli occhi in modo inconsolabile, al punto da non permettere alla madre di lasciare il bambino all'asilo.

Come bonus, io e i miei amici abbiamo iniziato e ci riferiamo ancora al parco divertimenti come Snoopy Memorial Park.

Crediti immagine: EthanS1

# 11

Ero in pausa pranzo e stavo parlando di una passeggiata all'IKEA quando vengo fermato da questo uomo di mezza età con sua moglie che mi chiede dove fosse questo particolare tavolo. Ho risposto che non ne avevo idea e ho continuato la mia passeggiata in pausa pranzo.

L'uomo e la donna hanno poi continuato a scagliarmi contro tutti i tipi di insulti di fronte a più bambini su quanto sia orribile il mio servizio, su come sto sottraendo lavoro agli australiani onesti che lavorano e su come dovrei essere licenziato.

La mia risposta impassibile è stata fondamentalmente "Sarebbe problematico, perché non lavoro nemmeno qui, signore".

Non dimenticherò mai l'espressione del cervo con i fari che mi hanno dato per una frazione di secondo. Hanno quindi proceduto a borbottare un "scusa" e sono scappati alla ricerca del loro tavolo.

In realtà sono sconvolto dall'atteggiamento delle persone quando pensano di avere potere su di te. E poi è semplicemente divertente quando si rendono conto che non lo fanno.

Crediti immagine: DynamicIcedTea

# 12

Spero che qualcuno ci abbia seguito ieri, perché sono andato all'IKEA di West Chester con mio marito e mia suocera (Nota: non è stata una mia idea). Stavamo cercando una sedia da lettura per me. MIL continuava a suggerire design dall'aspetto molto industriale, con bracci molto bassi o senza bracci. Stavo cercando di spiegare che i suoi suggerimenti non rendevano la lettura confortevole. La risposta del mio MIL è stata: “Leggi troppo. Dovresti leggere di meno".

Ero senza parole. Per circa 2 minuti. Poi mi sono praticamente rivolto a Gollum e gli ho sussurrato: "Che diavolo hai che non va?" Ha risposto con orgoglio: "Una persona che non legge".

Crediti immagine: Currer813

# 13

L'ex autista di Uber qui. Ho avuto una richiesta di ritiro presso un Ikea. Per la cronaca, questo è successo dopo che è stato possibile richiedere specificamente il lancio dei SUV. Quindi mi sono fermato all'area di ritiro della mia Prius e c'erano 2 persone, madre e figlia, ad aspettarmi. Quando parcheggio vedo che hanno un'intera camera da letto. Chiedo loro se stanno arrivando una seconda macchina e lei ha detto che non ho bisogno che tu la carichi nella tua macchina. Così inizio a piegare i sedili e lei mi dice "No! Anche mia madre deve venire!" Le ho detto "non posso farlo non ho spazio per tutto". Fu allora che minacciò di inviare un'e-mail a Uber per essersi rifiutata di aiutarla.

Come cagna, posso prendere tua madre o i tuoi mobili non entrambi. richiedi un SUV o paga Ikea $ 50 per consegnarlo per te. Smettila di essere a buon mercato. Non è colpa mia se sei andato all'Ikea ​​senza una macchina o un piano di gioco per riaverla.

Crediti immagine: ansteve1

# 14

Lavoro nel servizio clienti in un negozio nel Regno Unito. Abbiamo così tanti crolli… è davvero difficile scegliere. Mi sono state lanciate così tante cose che ho perso il conto. Il mio migliore potrebbe essere il gentiluomo che ha chiesto di parlare con Ingvar Kamprad del suo tempo di attesa al punto di raccolta. Quando ho stupidamente offerto al direttore del dipartimento, ha detto che si sarebbe accontentato di uno svedese. Purtroppo non abbiamo potuto aiutarlo. Ha preso le sue cose e se ne è andato urlando che avrebbe scritto in Svezia. Non ho ancora sentito nulla. :/

Crediti immagine: YohannaLPDJ

# 15

Obbligatorio non un dipendente IKEA.

Un giorno ero all'IKEA a prendere un comò. Stavo camminando attraverso la piccola sezione di articoli (tra gli showroom e il magazzino, per cose come piatti e simili), ho visto questo ragazzo che cercava in questo cestino delle aste per tende da doccia (o forse solo normali aste per tende, non ricordo). Il cestino era vuoto, ma c'era un carrello della spesa vicino con uno dentro. Era chiaramente il carrello della spesa di qualcuno che avevano lasciato seduto mentre andavano a prendere qualcos'altro.

Il ragazzo ha preso l'asta della tenda dal carrello e stava uscendo quando il ragazzo è tornato e lo ha catturato. Il ragazzo ha rifiutato di restituire il bastone della tenda alla persona originale e ne è seguito un alterco fisico. Sì, due uomini adulti hanno litigato per un bastone per tende IKEA a buon mercato fino a quando non sono arrivati ​​​​la sicurezza / dipendenti e l'hanno rotto.

Crediti immagine: Altephor1

#16

Un'estate ho fatto un periodo di rifornimento mattutino (inizio 5:00) all'IKEA.

Stavo riponendo un bidone nel magazzino all'orario di apertura, quindi avevo una visuale del dazio che andava ad aprire il cancello davanti al negozio per liberare le orde proprio alle 9:00. Arriva il momento, lui preme l'interruttore, il cancello inizia ad alzarsi e non appena è abbastanza alto questa donna si china sotto e inizia quasi a correre attraverso il negozio. È allora che mi rendo conto che i suoi figli, che sembravano circa 3-5 anni, la inseguissero freneticamente solo per cercare di tenere il passo. Mi ha reso un po' triste.

Crediti immagine: Leningrad_optical

#17

Una volta ho sentito una giovane donna parlare con il suo uomo nella sezione mobili. Singhiozzava in modo incontrollabile, parlando di come se non avesse tutti i mobili migliori, più fantasiosi e più costosi, si sarebbe vergognata di avere i suoi amici e questo avrebbe scatenato i suoi attacchi di panico. Dude stava tranquillamente cercando di scendere a compromessi con lei perché non voleva spendere abbastanza soldi per comprare un'intera casa solo per i mobili. Ma lei non ne aveva niente. Ha iniziato a iperventilare e ha dovuto sdraiarsi perché stava per svenire. Il tipo stava solo guardando le persone con questo sguardo di scusa mentre cercava di farla sedere su una sedia.

Tutto quello che riuscivo a pensare era: "Wow. Povero bastardo".

Crediti immagine: rumorosamente

#18

Non sono un dipendente, ma come cliente ho avuto un'esperienza piuttosto intensa.

Mia moglie ed io eravamo passati per gli showroom e stavamo per entrare nell'area in cui ritiravi i tuoi kit di mobili in scatola. Non c'era nessuna delle slitte piatte, quindi tutti aspettavano che ne venissero caricate altre. Sono stato lì per 20 minuti buoni ed ero secondo in linea.

Proprio intorno ai 20 minuti una slitta scende dal nastro trasportatore e un ragazzo dal fondo della linea si avvicina e dice al ragazzo davanti a me:

"Immagino che prenderai il prossimo."

Ovviamente il ragazzo di fronte a me diceva: "Ehi amico, stavo aspettando e questo carrello è mio".

L'altro ragazzo ha quindi proceduto a tirare un coltello, afferrare il ragazzo di fronte a me per il colletto e tenere la lama al suo collo dicendo "Sono abbastanza sicuro che avrai il prossimo.

Quindi sì, ho quasi visto un ragazzo essere accoltellato durante una rissa per un carrello in IKEA.

Crediti immagine: onnipotente

# 19

Lavoravo all'IKEA e ho così tante storie da lì. Penso che uno memorabile non sia stato un litigio familiare, ma c'erano 2 donne che litigavano per il mio servizio. Stavo aiutando un cliente ed è stato un weekend super impegnativo, quindi sono sicuro che tutti i dipendenti erano piuttosto impegnati. Mentre la stavo aiutando, un'altra donna si avvicinò e ci interruppe. Hanno iniziato a litigare e uno di loro ha chiamato l'altra donna una mucca.

Crediti immagine: TA704

# 20

La mia preferita deve essere la famiglia di cinque persone che vanno dai 15 ai 50 anni, una famiglia mediorientale incredibilmente vocale che aveva quasi zero competenze in inglese tra di loro. Ho avuto lo sfortunato compito di informarli tramite un traduttore che il letto a castello che avevano ordinato era in magazzino, ma era in aria nell'area self-service e al momento non disponibile così potevano venire a ritirarlo dopo la chiusura. Non è stato abbastanza per loro e tutti e cinque si sono gettati a terra e hanno iniziato a piangere. Per mantenere questo in prospettiva. Avevano ordinato questo letto alle 2055. Il negozio chiude alle 2100. Hanno dovuto aspettare 10 minuti in più, forse 15 minuti per ottenere il loro prodotto. Quando vedono che il pianto non sembra funzionare per loro, iniziano a prendere oggetti dai carrelli di altre persone e li portano fuori alla loro macchina mentre urlano a squarciagola. A questo punto la sicurezza è con loro che cercano di calmarli. Dopo 10 minuti, il letto a castello è stato abbassato ed è pronto per essere distribuito. Anche dopo essere stata informata che il loro ordine è pronto, questa famiglia va avanti per altri 30 minuti e la sicurezza è stata costretta a chiamare la polizia. 10 minuti dopo, la polizia è entrata dalla porta e la famiglia ha immediatamente interrotto tutto ciò che stavano facendo e semplicemente è uscita dal negozio e se ne è andata. È stato uno spettacolo interessante per noi e un'esperienza piuttosto terribile per tutti gli altri clienti in quel momento.

Crediti immagine: Pranxta

#21

Il primo è stato durante la colazione all'IKEA che costa solo 1 euro. Quindi lavoro all'IKEA Food e ho visto una donna parlare con un'altra donna più anziana di prendere l'ultima fetta di formaggio. Che sarà sempre ricaricato in pochi secondi. La fetta è solo 1 delle 7 cose incluse con la colazione da 1 euro. Poi l'ha perso completamente e ha urlato alla donna più anziana, chiamando qui un razzista e che avrebbe picchiato qui fuori, "vieni a combattere me b***h" dopo quella reazione già folle ha continuato con la rabbia qui e ha iniziato ai 3 manager che sono venuti a ridimensionare la situazione. Nel frattempo la signora più anziana era tutta in lacrime e portata in salvo nel ristorante dei colleghi sul retro. Mi ha davvero fatto arrabbiare in quel momento che non puoi davvero fare quello che vuoi con i tuoi vestiti IKEA.

Crediti immagine: ganget

#22

Non un dipendente, ma io e la mia famiglia allargata siamo andati alla celebrazione del Mayfest presso il nostro IKEA locale. Polpette infinite e una Princess Cake per tutte!

Non abbiamo preparato vestiti extra per mia figlia neonata, che ha avuto la più grande esplosione di cacca mai vista proprio nel mezzo di tutto. Sulla schiena e nel livello dei capelli di cacca.

Il povero marito corse per il negozio in preda al panico isterico, pensando al suo povero bambino nudo. Abbiamo finito per prendere alcuni bavaglini e una coperta, con degli sguardi strani da parte del personale.

Siamo sopravvissuti e continuiamo a ridere del fatto che nostro figlio venga portato in giro come il bambino Gesù avvolto in una coperta IKEA e nient'altro.

Crediti immagine: skynolongerblue

# 23

Non un tracollo, o un dipendente, MA — ero in un'IKEA quando una signora a caso mi ha afferrato la mano, mi ha trascinato nella sezione dello scaffale e mi ha detto tutto sul numero di libri che sperava di adattarsi a uno, combinazione di colori della sua camera da letto, ecc. era piuttosto strano, ma le ho dato il mio miglior consiglio sugli scaffali e l'ho restituito al mio ragazzo, che era a circa 20 piedi di distanza e mi guardava con "dovrei venire a salvarti?" occhi. IKEA è un posto strano, uomo

Crediti immagine: leahd26

#24

Obbligatorio non un dipendente, ma IKEA ha rotto una coppia che i miei genitori conoscevano.

Credo che fosse più o meno il periodo in cui IKEA arrivò per la prima volta negli Stati Uniti, i miei genitori ne andarono con la loro amica e il suo ragazzo. Il ragazzo non si rendeva conto di cosa stesse cercando, e i miei genitori praticamente lo hanno visto defluire tutta la vita mentre la sua ragazza lo trascinava tra i mobili. Potrebbero anche esserci stati giganteschi cartelli lampeggianti che dicevano IMPEGNO ovunque, questo tizio non era pronto per questo. Stavano litigando duramente alla fine e si sono lasciati poco dopo.

Crediti immagine: Telemarketing Enigma

#25

Non una famiglia ma rilevante credo. Lavoro nell'area dei bistrot e una volta un cliente ha urlato e minacciato un collega quando gli è stato detto che non poteva prendere una tazza per l'acqua. Abbiamo solo una tazza al bistrot, costa un dollaro ed è conteggiata come inventario, quindi non possiamo distribuirla gratuitamente. Quando il mio collega ha detto al ragazzo che questo è saltato fuori ha detto che IKEA è pura merda e stiamo operando illegalmente non fornendogli acqua (non c'è una fontanella a destra). Comincia a chiamare il mio collega un pezzo di merda mi si avvicina e gli chiedo una tazza gli dico la stessa cosa che lo fa solo arrabbiare ulteriormente. Una volta che ho indicato la fontana d'acqua nelle vicinanze, dice che non la userà perché non è un "contadino" e dice che tornerà a trattare con me e il mio collega per aver cercato di trarre profitto dalla sua disidratazione. Inutile dire che non l'ho mai più visto e io e il mio collega abbiamo condiviso una bella risata.

Crediti immagine: kinc2044

#26

Lavoravo all'ingresso (saluto le persone e fornisco indicazioni e informazioni) in un'IKEA in Austria. Quell'ikea è aperta fino alle 21:00 durante la settimana. Alle 20:45 un giovane austriaco (è rilevante per la storia) viene da me per chiedermi dove può trovare un oggetto da cucina e se posso cercarlo sul mio computer. Mentre parlava con lui, 3 persone si sono avvicinate alla mia scrivania, estremamente stressate, carrello pieno zeppo, una di loro ha interrotto il giovane con cui stavo parlando e mi ha detto:"Tu! Dov'è la cassa!!???" Il giovane, leggermente infastidito, disse ancora educatamente al gruppo di aspettare un secondo. Dopo che se ne fu andato, l'uomo del gruppo mi fece l'occhiolino e disse: "che ragazzo nervoso e maleducato". Gli ho detto che penso sia più scortese interrompere (lo so, di solito non lo faccio). Poi mi ha detto qc come "adesso sei maleducato" ma voleva andarsene, quando all'improvviso sua moglie lo perde completamente. Mi ha chiamato TUTTI gli insulti della lingua tedesca, viso arrossato, corpo teso, pugni, pensavo che mi avrebbe attaccato. La donna poi mi ha accusato di essere una "puttana razzista" perché era (credo) egiziana e il giovane era austriaco. Suo marito ha dovuto trascinarla fuori di lì fino all'ascensore, mi ha urlato contro per tutto il tempo. Penso che mi abbia urlato contro per 10 minuti. Mi tremavano le mani quando ho preso il telefono per chiamare il mio manager per avvertirlo che potrebbe esserci un reclamo in seguito…

Crediti immagine: kathide1

#27

obbligatorio non io, ma il mio amico lavora all'Ikea.

un uomo e una donna, sulla ventina, vengono al negozio. sembrano le persone medie che vedresti uscire da una BMW di fascia alta a 2 posti, con un atteggiamento da abbinare.

chiedono aiuto al mio amico e fanno molte domande su un paio di pezzi. finiscono per volerli, quindi il mio amico fornisce i codici di magazzino per gli articoli.

l'uomo è come '?????'. apparentemente sono nuovi per ikea, quindi il mio amico spiega che gli oggetti devono essere assemblati da soli a casa. il ragazzo si arrabbia davvero e inizia a scagliarsi contro questo tipo di merda che è al di sotto del suo grado di paga.

il mio amico suggerisce di utilizzare il loro servizio di installazione. il ragazzo prima dice "va bene, finalmente un po' di servizio", finché non scopre che costa di più farli assemblare dal servizio.

il ragazzo va su tutte le furie e grida 'NON PAGANDO! NON HO PAGATO! NON HO PAGATO!' e provoca una scena enorme. La signora lo asseconda. lancia il foglio di carta al mio amico (ma non è sbriciolato, quindi galleggia via) e se ne va, promettendo di non calpestare mai più quel negozio di merda.

Crediti immagine: [eliminato]

#28

Non ero un dipendente IKEA, ma ero all'IKEA di Wembley a Londra e praticamente ho finito per girovagare per il negozio dietro una madre e una figlia. La madre aveva probabilmente circa 80 anni e la figlia circa 50.

Litigavano tra di loro tutto il tempo e nel posto peggiore possibile (la sezione con le pile di bicchieri di vino nel corridoio), la madre disse qualcosa e se ne andò… e la figlia l'afferrò per i capelli e la trascinò indietro. Entrambi sono caduti nella grande esposizione di bicchieri da vino e l'hanno frantumata. Non sembrava che fossero tagliati a pezzi, ma mi sono spostato fuori di lì rapidamente perché stavano ancora combattendo, quindi non ho visto il risultato finale!

Crediti immagine: KtEire

#29

Non sono un dipendente, ma una volta ho visto un bambino che si arrabbiava perché la sua famiglia si è trasferita oltre la stanza dei bambini con il letto a castello dotato di scivolo. Ha seguito rompendo un televisore. Era troppo una scena per me, quindi ho continuato fino alla fine a comprare dei panini alla cannella.

Crediti immagine: oktran

#30

Dipendente Ikea qui.

Stavo organizzando alcuni prodotti quando ho notato una coppia di anziani (circa 60 anni) che mi passava davanti. L'uomo si ferma e commenta su un tappeto, dicendo che è carino. La moglie risponde "Non starà bene nella nostra casa".

Il ragazzo ringhia subito di rimando: “Oh dai, sappiamo entrambi di cosa si tratta. Pensi che io sia stupido! Ti mostrerò stupido.

Quindi afferra il tappeto e si allontana con rabbia. La signora ha continuato a camminare come se niente fosse.

Crediti immagine: TVjoker

(Fonte: Bored Panda)