29 celebrità che hanno rivelato di aver abortito e hanno parlato di com’era

Gli Stati Uniti sono appena tornati indietro nel tempo di mezzo secolo nella realtà prima di Roe v. Wade quando la Corte Suprema l'ha annullata il 24 giugno 2022. Ora non esiste una legge nazionale a tutela dei diritti riproduttivi delle donne, lasciando tale decisione ai governi statali. Più della metà di loro ha già in programma di vietare completamente l'aborto o ha requisiti rigorosi in base ai quali può essere praticato.

La decisione ha suscitato molta agitazione negli Stati Uniti e le donne stanno parlando delle conseguenze che può avere e delle proprie esperienze dimostrando che l'aborto dovrebbe essere considerato un diritto fondamentale.

Nel corso degli anni, molte celebrità si sono aperte anche sull'aborto e su com'era per loro. Non è mai stata una decisione facile da prendere e queste donne hanno avuto conseguenze da affrontare, come sperimentare il giudizio di altre persone e affrontare i propri pensieri. Ma l'hanno fatto, non importa se fosse legale o meno, perché erano le loro vite e le loro decisioni da prendere.

# 1 Ashley Judd

Sono molto grato di essere stato in grado di accedere all'aborto sicuro e legale. Perché l'aggressore sessuale, che è del Kentucky, come me, e io risiedo nel Tennessee, ha i diritti di paternità nel Kentucky e nel Tennessee. Avrei dovuto essere co-genitore con il mio molestatore sessuale.

Crediti immagine: Ginevra

# 2 Philipps occupato

Non è coraggioso per me dire di aver abortito a 15 anni, perché è una cosa medica, una cosa, una scelta che ho fatto, e non me ne pento affatto. Questa vergogna [è stata] perpetrata su di me, ma non ho una vergogna. Sono contento di non aver avuto il bambino di quel ragazzo. Sto bene. … Ci aggrappiamo a queste cose per non mettere a disagio gli uomini, ma sono pronto perché inizino a tenerlo.

Crediti immagine: busyphilipps

# 3 Whoopi Goldberg

Ho scoperto di essere incinta quando avevo 14 anni, non ho avuto il ciclo. Non ho parlato con nessuno. Sono andato nel panico. Mi sono seduto in bagni caldi. Ho bevuto questi strani intrugli di cui mi hanno parlato le ragazze – qualcosa come [Johnnie] Walker Red con un po' di Clorox, alcol, bicarbonato di sodio – che probabilmente mi hanno salvato lo stomaco – e una specie di crema. Hai mischiato tutto. Mi sono ammalato gravemente. In quel momento avevo più paura di dover spiegare a qualcuno cosa c'era che non andava che di andare al parco con una gruccia, ed è quello che ho fatto.

Crediti immagine: whoopigoldberg

# 4 Billie Jean King

Chiunque cercasse un aborto [nei primi anni '70] doveva ottenere l'approvazione da un comitato ospedaliero, cioè raccontare a un gruppo di estranei perché credevano che la loro gravidanza avrebbe "gravemente danneggiato" la loro salute fisica e mentale. Discutere con una dozzina di persone che non avevo mai incontrato sul motivo per cui mi sono qualificato per un aborto rimane una delle esperienze più degradanti della mia vita

Crediti immagine: KingEnterprises

# 5 Laura Prepon

Il nostro specialista neonatale ci ha detto che il cervello non stava crescendo e le ossa non stavano crescendo. Ci è stato detto che la gravidanza non sarebbe andata a termine e che il mio corpo rischiava di durare più a lungo. Abbiamo dovuto interrompere la gravidanza.

Crediti immagine: lauraprepon

# 6 Phoebe Bridger

Ho abortito nell'ottobre dello scorso anno mentre ero in tour. Sono andato a Planned Parenthood, dove mi hanno dato la pillola abortiva. È stato facile. Tutti meritano quel tipo di accesso.

Crediti immagine: phoebebridgers

# 7 Rosa McGowan

Ho abortito e sostengo questo messaggio. Non mi vergogno, né dovresti esserlo tu. Che il 60% di coloro che scelgono di abortire siano già madri la dice lunga: capiscono più di chiunque altro. Ero sotto controllo delle nascite e non è riuscito.

Crediti immagine: gdcgraphics

# 8 Milla Jovovich

Sono andato in travaglio pre-termine e ho detto che dovevo essere sveglio per l'intera procedura. È stata una delle esperienze più orribili che abbia mai vissuto. Ho ancora gli incubi a riguardo. Ero solo e indifeso. Quando penso al fatto che le donne potrebbero dover affrontare gli aborti in condizioni anche peggiori delle mie a causa delle nuove leggi, il mio stomaco si rivolta.

Crediti immagine: millajovovich

# 9 Gloria Steinem

Ero a Londra perché avevo una borsa di studio in India e stavo aspettando il visto. Quindi vivevo a Londra [e] lavoravo come cameriera per mantenermi. Avevo tutte le solite fantasie [di interrompere la gravidanza] — forse se vado a cavallo, forse se mi butto giù per le scale. Le nostre menti corrono attraverso tutte le alternative possibili, ed è stata pura fortuna andare da un dottore il cui nome ho trovato nell'elenco telefonico. Era dovuto alla sua gentilezza [e] al fatto che mi guardava e diceva: "Se prometti di non dire mai a nessuno il mio nome, ti aiuterò". Quindi mi ha mandato da una dottoressa che ha effettivamente eseguito la procedura

Crediti immagine: Gage Skidmore

# 10 Nicki Minaj

Pensavo che sarei morto, ero un adolescente. È stata la cosa più difficile che abbia mai attraversato. Sarebbe contraddittorio se dicessi che non ero favorevole alla scelta, non ero pronto. Non avevo niente da offrire a un bambino.

Crediti immagine: nickiminaj

# 11 Stevie Nick

Se non avessi abortito, sono abbastanza sicuro che non ci sarebbero stati i Fleetwood Mac. Non c'era modo che avrei potuto avere un figlio allora, lavorando duro come abbiamo lavorato noi – e c'erano un sacco di droghe. Mi stavo drogando un sacco… Avrei dovuto andarmene. Sapevo che la musica che avremmo portato nel mondo avrebbe guarito i cuori di così tante persone e reso le persone così felici, e ho pensato: sai una cosa? È davvero importante. Non c'è un'altra band al mondo che abbia due cantanti protagoniste [e] due scrittrici protagoniste. Quella era la missione del mio mondo.

Crediti immagine: Ralph Arvesen

# 12 Alyssa Milano

Sapevo che a quel tempo non ero preparata per essere una madre, e così ho scelto di abortire. Ho scelto. È stata una mia scelta. Ed è stata assolutamente la scelta giusta per me.

Crediti immagine: milano_alyssa

# 13 Uma Thurman

[Il mio aborto] è stato il mio segreto più oscuro fino ad ora. Ho 51 anni e lo condivido con voi dalla casa dove ho cresciuto i miei tre figli, che sono il mio orgoglio e la mia gioia. … Stavo appena iniziando la mia carriera e non avevo i mezzi per fornire una casa stabile, nemmeno per me stesso. Abbiamo deciso come famiglia che non potevo portare a termine la gravidanza e abbiamo convenuto che l'interruzione era la scelta giusta. Il mio cuore era comunque spezzato. … Mi faceva terribilmente male, ma non mi lamentai. Avevo interiorizzato così tanta vergogna che sentivo di meritare il dolore.

Crediti immagine: umathurman

# 14 Minka Kelly

Quando ero più giovane ho abortito. È stata la decisione più intelligente che avrei potuto prendere, non solo per me e il mio ragazzo in quel momento, ma anche per questo feto non ancora nato. Avere un bambino in quel momento avrebbe solo perpetuato il ciclo di povertà, caos e disfunzioni in cui sono nato.

Crediti immagine: Minkakelly

# 15 Jameela Jamil

Ho abortito quando ero giovane ed è stata la decisione migliore che abbia mai preso. Sia per me che per il bambino non volevo, e non ero pronto, emotivamente, psicologicamente e finanziariamente. Così tanti bambini finiranno in famiglie affidatarie, [e] così tante vite [saranno] rovinate.

Crediti immagine: jameelajamil

# 16 Ambra Tamblyn

Nel 2012 ho abortito. È stata una delle decisioni più difficili che abbia mai dovuto prendere. Ci penso ancora oggi. Ma queste verità non mi fanno rimpiangere la mia decisione. È stata la scelta giusta per me, in quel momento della mia vita. Non ho un solo dubbio su questo

Crediti immagine: Wikimedia Commons

# 17 Gestore del Chelsea

Certo, l'idea che avrei avuto un figlio e l'avrei cresciuto da solo a quell'età, quando non riuscivo nemmeno a trovare la strada di casa di notte, era ridicola. I miei genitori lo hanno riconosciuto, quindi si sono comportati come genitori per una delle primissime volte nella mia vita e mi hanno portato a Planned Parenthood.

Crediti immagine: David Shankbone

# 18 Rita Moreno

Marlon mi ha portato in ospedale. Ho avuto quella che mi hanno detto essere una "gravidanza disturbata". Il dottore in realtà non ha fatto nulla, tranne farmi sanguinare. In altre parole, non ha fatto bene. Non lo sapevo allora, ma sarei potuto morire. Che casino. Che terribile pasticcio.

Crediti immagine: theritamoreno

# 19 Jemina Kirke

La mia vita non era favorevole a crescere un bambino sano [e] felice – semplicemente non lo sentivo giusto. Così ho deciso di abortire. Poiché non potevo dire a mia madre che ero incinta, ho dovuto pagare di tasca mia. Ho dovuto svuotare il mio conto corrente e prendere [un po' di soldi] dal mio ragazzo. Ho sempre pensato che i problemi riproduttivi dovrebbero essere qualcosa di cui le donne in particolare dovrebbero poter parlare liberamente. Vedo ancora vergogna e imbarazzo per l'interruzione delle gravidanze

Crediti immagine: jemima_jo_kirke

# 20 Keke Palmer

Ero preoccupata per le mie responsabilità professionali e temevo di non poter esistere sia come donna in carriera che come madre. Twitter a volte è troppo piatto e troppo breve per esprimere sentimenti intimi: le parole senza contesto [possono essere] molto fastidiose. Sono scoraggiato quando ho sentito parlare del [divieto di aborto in Alabama]. Mi sento come se i diritti delle donne stessero andando indietro e la scelta individuale fosse presa. Sono davvero così confuso riguardo al mondo e alle politiche che ne conseguono

Crediti immagine: keke

# 21 Cheryl Burke

Ero incinta di due settimane quando ho abortito. Ricordo di essere arrivato a Planned Parenthood con i picchetti che tenevano cartelli contro l'aborto e questo da solo è stato traumatico. Ma, oltre a tutto, l'intero processo è traumatico e il fatto che ora tu stia rendendo illegale per noi donne prendere questa decisione sul nostro corpo è assolutamente follia.

Crediti immagine: Cherylburke

# 22 Tess Holiday

La mia salute mentale non poteva sopportare di essere di nuovo incinta e ho preso la decisione migliore per ME e, in definitiva, per la mia famiglia.

Crediti immagine: tessholliday

# 23 Vanessa Williams

Essere incinta è la cosa più spaventosa che ti accade nella vita. Sapevo al liceo che era qualcosa che non ero preparato a fare, o combattere, o lottare con.

Crediti immagine: Juju Chang e Lauren Effron

# 24 Linsey Godfrey

Ho avuto un aborto. Semplicemente non ero in un posto, finanziariamente o emotivamente, per affrontarlo. Ero e sono ancora felice di aver avuto quella scelta perché è esattamente quello che era, è stata la mia scelta, il mio corpo.

Crediti immagine: ohmygodfrey

# 25 Prato Walker

È un'esperienza molto privata e personale, come dovrebbe essere. Ho avuto la fortuna di avere un grande dottore che mi ha supportato durante il processo debilitante – con il loro aiuto, sono in grado di essere la persona felice e sana che sono oggi.

Crediti immagine: camminatore di prati

# 26 Naya Rivera

Dal momento in cui ho fatto quella prima telefonata a mia madre, non è mai stata una questione se avrei avuto il bambino, sapevo solo che non potevo. E senza nemmeno dirlo, lo sapeva anche mia madre. È stato più facile perché mi sentivo come se non dovessi mai chiedermi se stavo prendendo la decisione giusta, ma, tuttavia, nulla nelle prossime settimane è stato nemmeno lontanamente facile.

Crediti immagine: Gage Skidmore

# 27 Piccolo Kim

La maggior parte delle cose di cui parlo [nei miei testi], sì, sono vere. Parlo del dolore della gravidanza e dell'aborto. Parlo delle cose che le donne hanno passato e che non pensano che abbia passato io.

Crediti immagine: lilkimthequeenbee

# 28 Toni Braxton

Mi sentivo egoista perché stavo pensando: "Sto andando in bancarotta, ci sono cose che accadono nella mia vita e non posso dare a questo ragazzo un futuro". Mi sentivo senza speranza senza motivo, [e] quando mi guardo [indietro] ora senza motivo, cosa stavo pensando? Non sono davvero imbarazzato per questo: mi vergogno di più di me stesso per averlo fatto perché avrei potuto capire qualcosa finanziariamente. Era solo una scusa che mi stavo inventando.

Crediti immagine: tonibraxton

#29 Rozonda Thomas (Chilli From Tlc)

Avevo 20 anni e la mia carriera non era davvero iniziata, [e sono rimasta incinta]. Come faccio a fare tutto questo? Come faccio a essere una mamma? [L'aborto] mi ha incasinato, mi ha spezzato lo spirito. Mi sentivo come se non fossi più diventato il mio io forte. Mi sentivo come se avessi ceduto e abbattuto ciò che qualcun altro voleva. Ho pianto quasi ogni giorno per nove anni. E poi sono stato coinvolto: dovevo avere un bambino. Ho dovuto aggiustarlo, e l'unico modo in cui potevo aggiustarlo era con [il produttore di TLC Dallas Austin]. Potevo avere questo bambino con lui solo perché il bambino che non avevo era con lui

Crediti immagine: therealchilli

(Fonte: Bored Panda)