26 storie di immersioni in acque profonde che mostrano quanto possa essere spaventoso essere sott’acqua, come condiviso da persone online

L'oceano è un posto molto spaventoso date determinate circostanze. Certo, è solo acqua, ma cosa succede se sei cieco e non hai assolutamente altro buon senso per aiutarti quando sei sommerso? E che dire di tutti gli squali, le orche assassine e altre creature inquietanti che vagano in giro? E che dire delle tempeste marine con onde altissime che potrebbero capovolgere una petroliera se lo volessero davvero? Mi fermo qui.

Perché le persone su Reddit hanno spaventato abbastanza tutti come è con le loro (e quelle degli altri) storie strazianti di storie di immersioni in mare profondo (e non profondo) che vanno da "oh, in realtà si è rivelato abbastanza carino, ma all'inizio è stato spaventoso ” a semplicemente tragico.

Scorri verso il basso per leggere le storie più apprezzate dal post ormai virale , che ha raccolto oltre 32.000 voti positivi e ha portato a oltre 4.000 commenti nel coinvolgimento in Internet, e vota, oltre a commentare le storie che ti hanno fatto venire i brividi più lungo la schiena.

E non dimenticare che di recente abbiamo coperto un'altra inquietante storia del mare profondo qui , quindi assicurati di toglierla di mezzo.

Ulteriori informazioni: Reddit

# 1

Immersioni il giorno prima di un uragano su una piccola isola del Pacifico meridionale. Dal nulla un serpente di mare bianco e nero (velenoso) si è avvolto intorno al mio braccio. Apparentemente questo accade di tanto in tanto prima di grandi tempeste: possono percepirlo e cercare cose che si stanno dirigendo verso la riva in modo da non dover fare così tanti sforzi per uscire dal mare. Non appena fui nell'acqua bassa, si dispiegò e si diresse verso la spiaggia dove si nascose sotto un albero del pane.

Pensavo che sarei stato morso a morte da un serpente in mare… Si scopre che ero solo un taxi per un rettile molto calmo ma piuttosto frettoloso.

Crediti immagine: Specialist_Sedano

#2

L'unico spavento che ho avuto è stato qualche martinetto su uno yacht che navigava a tutto gas attraverso la nostra posizione di immersione. Potevi sentire la barca arrivare per un minuto o due prima che volasse sopra le nostre teste.
La nostra barca aveva una bandiera di immersione su di essa e avevamo una boa con una bandiera di immersione su di essa. Non hanno nemmeno rallentato.
Barracuda, squali, razze, lamantini, delfini… Tutto fantastico. Gli esseri umani sono molto più spaventosi.

Crediti immagine: cancellati

#3

L'incidente della campana subacquea di Byford Dolphin

Per farla breve, alcuni subacquei sono emersi da un'immersione estremamente profonda in una piattaforma di trivellazione petrolifera, e qualcuno ha incasinato la procedura di decompressione e ha aperto la porta mentre la camera era ancora pressurizzata in profondità.

I quattro subacquei sono stati uccisi sul colpo e quello più vicino alla porta è letteralmente esploso e hanno trovato frammenti del suo corpo su tutta la piattaforma petrolifera.

Quindi, la prossima volta che qualcuno ti dice che le persone non esplodono nelle camere di decompressione come si vede nei film… digli che si sbagliano.

Crediti immagine: FastWalkingShortGuy

#4

Indosso lenti graduate pesanti e non posso indossare lenti a contatto. A metà di una settimana di immersione subacquea, qualcuno ha fatto cadere una bombola sulla mia maschera da prescrizione e l'ha frantumata. Di solito avevo un secondo set con me, ma non riuscivo a trovarli e ne portavo solo uno, perché ehi, non era mai successo niente prima.

Sono funzionalmente cieco senza lenti correttive; Riesco a vedere i colori e basta, a partire da circa cinque pollici dalla mia faccia. Ero devastato, ma ho deciso comunque di fare immersioni, con mio marito come mio subacqueo vedente. Potevo vedere i miei indicatori, quindi mi sentivo ragionevolmente al sicuro.

Sono stati tra i tre giorni di immersione più incredibili che abbia mai avuto. Ho visto i colori, le forme e il movimento. Senza concentrarmi sui dettagli, ho effettivamente scattato molte delle migliori foto subacquee che avessi mai scattato. Non ero preoccupato di concentrarmi su un particolare corallo o pesce; Stavo guardando i modelli di colore più grandi.

Quindi non si è rivelato essere il disastro che pensavo fosse.

Crediti immagine: clethusancta di livello 1

#5

Ho salvato qualcuno dall'annegamento durante le immersioni subacquee… una persona ha avuto un attacco epilettico a 85 piedi d'acqua in una caverna nera come la pece in cui mi stavo immergendo anche io. Stavo librando sopra solo a guardare le torce che si muovevano quando ho notato che una torcia non si muoveva, ho nuotato verso il basso e ho incontrato l'altro subacqueo senza erogatore in bocca, gli occhi aperti e solo in ginocchio. L'amico subacqueo era accanto a loro e completamente scioccato da quello che stava succedendo e non stava assistendo in alcun modo. 15 anni di formazione subacquea e istruttore mi hanno assalito come se fosse una seconda natura. Pensavo che il suo erogatore fosse appena uscito, quindi ho tirato fuori il mio e glielo ho offerto, che quando ho notato che aveva fatto un controllo mentale. Ho messo in bocca il mio erogatore n. 2 e ho tentato di metterle in bocca il mio erogatore n. 1, ma i suoi denti erano completamente serrati… Quindi ho premuto il pulsante spurgato per far entrare l'aria nella sua bocca e ho notato che le sue guance si muovevano in modo da conoscere l'aria stava entrando. Questo è stato abbastanza buono per me, poi l'ho presa sotto il braccio e ho fatto scorrere l'erogatore nella sua bocca e cigno fino all'apertura della caverna e poi su per oltre 60 piedi per portarla in superficie. Uno in superficie ha fatto tutto ciò che ero addestrato a fare, gonfiare bc, scaricare i suoi pesi, metterla sulla schiena e iniziare a rimorchiare per atterrare. Mentre la traino dentro, sta rigurgitando tutta l'acqua che ha ingerito e inalato, sembravano litri d'acqua. L'ho fatta atterrare dove altri subacquei mi hanno aiutato a togliere tutta la sua attrezzatura. Stava respirando bene e viva, ma era sotto shock per un po' e lentamente si è ripresa come se niente fosse. Siamo stati molto fortunati ad essere stati solo 10 minuti dall'inizio dell'immersione o di sicuro saremmo stati entrambi piegati e avremmo trascorso del tempo in una camera iperbarica. La cosa pazzesca è che non ha detto a nessuno di avere l'epilessia e quando in seguito abbiamo rivisto il suo modulo di consenso ha spuntato "no" all'epilessia. Mi sono messo a rischio di salire in superficie così, ma se mi fossi imbattuto di nuovo in quella situazione non esiterei a salvare la vita a qualcuno.

Crediti immagine: SharkByte

#6

Non io ma mio fratello, e non il mare profondo, mi dispiace. Aveva 18 anni, faceva parte del club subacqueo della sua scuola. Sono andati a fare un'immersione. L'equipaggio che ha gestito l'immersione ha contato male le teste ea metà dell'immersione la barca è tornata a riva senza di loro… Quindi erano a 2 km dalla riva con la loro unica opzione per tornare a nuotare. C'erano circa 5 di loro, 2 ragazze 3 ragazzi. Tutti tra i 15 e i 18 anni. Circa a metà una delle ragazze non sapeva più nuotare e si è messa a piangere, mio ​​fratello insieme a un altro ragazzo ha nuotato con lei, trascinandola con sé, assicurandosi che non annegasse. Tutti se la sono cavata bene.

La parte peggiore, la scuola ha cercato di nasconderlo e ha avuto l'audacia di sospendere mio fratello da scuola per averlo bevuto con una birra durante il viaggio. Inutile dire che erano nella merda profonda quando è uscito. Non sono sicuro di cosa sia successo esattamente però.

Crediti immagine: pourmeabrandy

#7

Ho avuto le curve una volta. Sono stato attento. Ho seguito i miei grafici e il mio computer. Aveva profondità e tempo di superficie appropriati. Ma non ho bevuto abbastanza acqua, quindi ero completamente fuori di testa.

Mi sono sentito bene finché non sono tornato a casa, lieve mal di testa. Poi mi sono svegliato ed era solo dolore al braccio sinistro. Gomiti. dita. Non riuscivo nemmeno a piegarli senza un forte dolore. Il mio mal di testa era intenso ed ero così stordito. Ho chiamato il mio compagno di immersioni più anziano e più esperto e sono stato portato d'urgenza in ospedale.

I documenti mi hanno collegato e mi hanno dato i liquidi, hanno controllato i miei registri di immersione mentre la camera di decompressione era allestita. E poi mi ha portato lì con un'infermiera. 8 ore in un tubo della lunghezza di un'auto ma largo forse come un letto matrimoniale? Ero sotto ossigeno e mi sono collegato a una flebo ed era così rumoroso, con tutta l'aria che entrava di corsa. Non appena sono arrivato alla "profondità" il dolore è svanito. È stato pazzesco.

ora sto bene ovviamente Ma non mi è stato permesso di immergermi per un mese, il che faceva schifo, ma ehi. Le immersioni sono state fantastiche

Crediti immagine: tenente CdrPetrel

#8

Colomba libera a circa 160 piedi nella buca Deans Blue alle Bahamas. È qui che vengono stabiliti molti dei record mondiali di apnea: un posto super pulito, cerca una foto su Google.

Comunque non ero mai stato davvero oltre i 100 piedi in apnea, ma questo era il posto perfetto per farlo. Nessuna corrente, ci sono corde per tenerti dritto e consentire una leggera spinta di ritorno.

La parte spaventosa è che diventi piuttosto fortemente negativamente esuberante dopo circa 60 piedi, quindi stai praticamente tirando giù il culo senza fare nulla e usando pochissima aria. Quindi sono un po' stordito sentendomi bene e contando le linee che segnano la profondità e all'improvviso sento la pressione come se la mia trachea stesse per crollare e svegliarsi e mi rendo conto di aver contato fino alla linea che è di circa 160 piedi o giù di lì.

Momento molto spaventoso perché non ero sicuro se il mio corpo potesse sopportare la profondità o se fossi andato troppo lontano e non avrei avuto abbastanza aria per rialzarsi, che è un processo molto più lento e ad alta intensità di aria.

Crediti immagine: Jollerway

#9

Non la mia storia ma i miei genitori. A loro piace fare immersioni quando viaggiano e sono andati diverse volte nel corso degli anni. Una volta hanno visitato il Messico e si sono tuffati lì prima che io nascessi. Non so dove fossero esattamente, ma mia madre era leggermente più in basso di mio padre e guardava il fondo dell'oceano. Stava guardando in alto e intorno. Mia madre indossava una collana d'oro che galleggiava nell'acqua intorno a lei, era una giornata di sole e un'immersione abbastanza bassa, quindi era scintillante.

Dal punto di vista di mia madre, stava passando dei bei momenti guardando le creature marine sottostanti, quando improvvisamente mio padre l'ha afferrata e ha iniziato a scuoterle freneticamente il braccio per attirare la sua attenzione. Alzò lo sguardo e un barracuda era direttamente di fronte a lei, più vicino di quanto fosse comodo e fissava intensamente, denti spaventosi in piena mostra. Era concentrato sulla collana lucente ed era semplicemente sospeso lì, trafitto. Ha lentamente alzato la mano per coprire la collana e loro lentamente e con calma si sono allontanati da essa ed è decollata senza più infastidirli, ma ancora piuttosto inquietante e ha insegnato a mia madre a essere un po' più consapevole di ciò che lo circondava durante le immersioni

Crediti immagine: El-Ahrairah9519

# 10

Ho fatto un'immersione notturna in caso di naufragio la notte di Capodanno di un anno, ed è stato spaventoso da morire. 80 piedi più in basso, aereo davvero piccolo. La visibilità ovviamente non era eccezionale (ho fatto solo questa immersione notturna), quindi questi pesci che si muovevano lentamente emergevano dall'oscurità…

Più spaventoso per me è stato risalire sulla barca, perché è diventato davvero tempestoso. Stavi guardando in SU la scala, e si sarebbe schiantata proprio accanto a te. Le onde erano pazze. Mio fratello è stato colpito dalla scala, ma non troppo, e siamo riusciti a rimetterci tutti a posto

Crediti immagine: in-site

# 11

tl;dr Mi sono 'addormentato' durante l'immersione.

Il tempo era piuttosto caldo e anche la temperatura dell'acqua era di circa 26°C. Avevamo fatto un tuffo e una lunga nuotata al mattino. Quindi siamo usciti per la nostra seconda immersione e la barca ci ha lasciato nel posto sbagliato. Quindi abbiamo dovuto nuotare contro una corrente enorme per raggiungere il sito previsto. A metà della nuotata mi sentivo come se avessi bisogno di un pisolino. E così, ho chiuso gli occhi e ho fatto esattamente questo. Era così tranquillo… Sono sceso immediatamente a una profondità ancora più profonda e sono stato fortunato che uno dei ragazzi in immersione si sia girato in quel momento e abbia visto cosa stava succedendo. Nuotò più veloce che poteva verso di me e mi prese. Mi ha chiesto se stavo bene, ho detto che lo ero e sono svenuto di nuovo, questa volta sputando il mio reg e iniziando a soffiare bolle. Poi è andato dietro di me, ha rimesso il mio reg, mi ha avvolto le braccia e mi ha portato direttamente in superficie. Mi ha salvato la vita.

Crediti immagine: Newdiotnot

# 12

La mia insegnante di biologia ci ha detto che una volta stava nuotando nel sud delle Filippine perché stava cercando di trovare un cavalluccio marino sfuggente ed è andata abbastanza in profondità di notte quando sono più attivi ed è stata attaccata da uno squalo e la sua squadra è uscita veloce, il giorno dopo trovarono una tartaruga che era stata morsa in mezzo guscio incluso che era piuttosto grande e presumibilmente sarebbe stata l'ultima volta che si era tuffata in quella zona

Crediti immagine: ThatOneSadhuman

# 13

Indosso le lenti a contatto, quindi l'acqua nella maschera è molto dannosa perché non riesco ad aprire gli occhi sott'acqua. Poco dopo che mi è stato detto di uno squalo che si è scontrato con il mio amico da dietro e si è tolto la maschera, sono piuttosto spaventato per questo (non per gli squali in generale). E vedo uno squalo dirigersi verso di me. Sono curiosi, spesso ti urtano sulle spalle mentre si girano all'ultimo secondo. Ma non stava cambiando rotta. Sono rimasto calmo e immobile il più a lungo possibile e all'ultimo secondo prima che colpisse la mia maschera mi sono abbassato. Tranne che invece di chinarmi sotto, le ho appena dato una testata nel naso. Tutti hanno visto e pensano che sia stata la cosa più divertente di sempre. Potrei essere l'unica persona viva che ha dato una testata a uno squalo di 11 piedi nel naso, ma era perché avevo paura che mi togliesse gli occhiali.

Crediti immagine: cancellati

# 14

La mia famiglia ha ottenuto la certificazione mentre ero al liceo.

La nostra ultima immersione è stata in acque libere. Abbiamo deciso di farlo in vacanza (tutte le altre immersioni erano negli Stati Uniti in una piscina). Immersione su relitto a circa 200 iarde dalla costa.

Non so perché, ma il serbatoio di mamma si è svuotato molto più velocemente di quello di tutti gli altri mentre eravamo in mare. Non se ne è resa conto fino a quando non era inferiore al 5%.

Siamo emersi e abbiamo iniziato a nuotare indietro. Ma è andata nel panico. Era una nuotatrice esperta e una praticante di snorkeling, ma non poteva gestirlo con l'altra attrezzatura subacquea.

Abbiamo chiesto aiuto… e la gente del posto pensava che fossimo solo degli strumenti. Non si rendeva conto che stava lottando.

L'abbiamo tenuta sveglia e l'abbiamo ripresa. Alla fine, a una cinquantina di metri, si accorsero che stavamo rimorchiando un subacqueo in pericolo.

Tutto è andato bene. Non ho più fatto immersioni da allora. Mio fratello è diventato un maestro di immersioni.

Crediti immagine: mapbc

# 15

Non esattamente una storia dell'orrore, ma quella volta mentre stavamo girando intorno a una scogliera ho visto un occhio enorme che apparteneva a qualcosa sepolto in una sabbia. Ci siamo solo guardati mentre passavo. Posso dire che era decisamente curioso ma non aggressivo. Dopo ho avuto una strana sensazione.

Crediti immagine: kudziya

#16

Mi stavo immergendo sotto una piattaforma petrolifera tra Long Beach e l'isola di Catalina. Stavo raccogliendo capesante di mare a circa 60 piedi o giù di lì e sapendo che c'erano foche dappertutto ho sempre tenuto d'occhio gli squali, non puoi fare a meno di pensarci. Quindi stavo per finire la mia immersione ma stavo cercando un'altra capesante per cena e ho visto una sfocatura swoosh proprio accanto a me proprio davanti alla mia faccia. La mia prima reazione immediata è stata SHARK!, ma era solo un dannato sigillo che giocava con me. Ho letteralmente urlato sott'acqua per un paio di secondi. La cosa divertente è che ho registrato oltre 25 immersioni in acque libere, alcune di notte, principalmente intorno a Catalina e non ho mai visto uno squalo.

Crediti immagine: TheHandler1

#17

Non sono certo un "subacqueo d'altura" (la mia immersione più profonda fino ad oggi è 111'). Questo incidente è effettivamente accaduto in circa 8 piedi d'acqua. Crystal River, Florida. Conosciuto per attirare i lamantini in inverno. Non ti permettono più di immergerti lì, e il dive master ha suggerito di fare snorkeling in questa immersione perché era poco profonda e spaventa i lamantini. Era la mia prima serie di immersioni fuori certificazione. Stavo mettendo la mia attrezzatura al diavolo.

Quindi ci sono due lamantini nelle immediate vicinanze. Un giovane più anziano che era in giro e amava l'attenzione degli amanti dello snorkeling, e quella che pensavamo fosse probabilmente sua madre. Avevo una piccola macchina fotografica subacquea usa e getta. Non appena ho toccato il fondo, quello grande si è avvicinato a me.

Ho spostato la fotocamera dalla mia faccia e lei si è avvicinata sempre di più… finché non ha letteralmente afferrato il regolatore dalla mia bocca.

Fortunatamente le mie capacità erano ancora molto fresche nella mia mente e ho afferrato con calma il mio octo. Ma ho passato l'intera immersione cercando di allontanarmi abbastanza da poterle fotografare. Era una peste ficcanaso.

Crediti immagine: jayellkay84

#18

Non è stato esattamente un tuffo profondo, ma è stato uno dei momenti più terrificanti della mia vita. Stavo facendo un'immersione in spiaggia con i miei genitori, dopo aver nuotato dalla spiaggia fino a una piccola scogliera e poi scendendo. Sono passati solo pochi minuti dopo essere scesi sulla barriera corallina che qualcosa è iniziato con i miei genitori. Mia madre era agitata e si stringeva il petto. Siamo emersi e ha iniziato a sputare liquido scuro e lottare per respirare. Fortunatamente, era una spiaggia affollata e dopo aver gonfiato una boa di emergenza, i bagnini si sono precipitati fuori e l'hanno riportata sulla riva dove era in attesa un'ambulanza. Si è scoperto che aveva avuto l'edema dei nuotatori indotto dalla maggiore pressione. Le cose sono andate bene, ma avere un'emergenza medica sott'acqua nell'oceano è un livello particolarmente spaventoso.

Crediti immagine: FirekeeperBlysse

# 19

Stavo facendo un tuffo in barca e si avvicinò per trovare onde di 20 piedi. Dovevamo solo rilassarci per un po' fino a quando la barca non si fosse calmata e potessimo effettivamente afferrare la scala senza essere sfasciati. Ricordo di aver visto la scala salire e scendere di 6-8 piedi alla volta. Alla fine ho afferrato la corda e sono salito più veloce che potevo. Mi sono aggrappato alla scala e l'equipaggio della barca ha afferrato il mio GAV e mi ha tirato fuori dall'acqua e sul gradino del bagno. La metà dei subacquei ha vomitato sulla via del ritorno in porto. Erano le condizioni più difficili in cui mi fossi mai tuffato.

Crediti immagine: DrWho1970

# 20

L'unica cosa che mi spaventa davvero sono le lesioni da espansione polmonare. Quindi l'unica volta che sono rimasto fuori di testa è stato nuotare vicino a un relitto a circa 100 piedi. Ho perso la prospettiva (e il controllo dell'assetto) e all'improvviso mi sono reso conto di essere emerso a circa 40 piedi in 30 o meno. Mi sono venute subito in mente visioni delle curve e di un polmone scoppiato e ho fatto cadere una tonnellata d'aria dal mio giubbotto per tornare in profondità in fretta. Ho avuto una forte compressione nelle mie orecchie, ma mi ha dato la possibilità di calmare il cazzo e avere un'idea migliore di dove mi trovavo e ristabilire il controllo dell'assetto.

In conclusione: le cose più spaventose che possono accadere durante la guida sono le stronzate che puoi fare a te stesso.

Crediti immagine: richqb

#21

Non il mio ma i miei zii. Mio zio si è perso da un gruppo e stava iniziando a emergere quando 5 o 6 ragazzi lo afferrano e lo trascinano su una piccola barca… si scopre che si è smarrito in una piccolissima installazione militare nelle vicinanze e non se ne è accorto. È stato catturato da alcuni sommozzatori della marina… un po' matto

Crediti immagine: crappy-mods

#22

La mia esperienza più pazza è stata fare immersioni con mio padre e mio cugino. Stavamo cercando l'aragosta nelle fessure e nelle fessure di enormi rocce. Mio cugino fece segno di avvicinarsi e indicò un buco buio.

Accendo la mia luce ed ecco un'enorme aragosta bloccata in quella che sembrava la parte posteriore. Affondai il braccio in profondità nel buco e tirai fuori trionfalmente la più grande aragosta dannata che avessi mai visto fino ad oggi.

Mentre festeggiavano con silenziosi gesti subacquei di entusiasmo, non una ma due murene che spuntavano fuori dalla buca stessa.

Inoltre non dimenticherò mai le immersioni con mio padre e l'imbattersi in una spigola più grande di una piccola macchina. Non era spaventoso, ma ero consapevole che questo pesce sembrava abbastanza grande da provare a mangiarmi.

Crediti immagine: Unclebigfoote

# 23

Non io ma un amico di famiglia è un corallo subacqueo e qualche anno fa è scomparso in mare. Si stava tuffando da solo (un grosso errore) e non è riuscito a riemergere. L'altro equipaggio si è tuffato per vedere la sua attrezzatura seduta sul fondo dell'oceano senza alcun segno di lui, pensando che fosse stato preso da uno squalo. Quindi sono tornati in superficie e hanno cercato di cercarlo in superficie nel caso stesse galleggiando. L'equipaggio non poteva vederlo a causa del sole del tardo pomeriggio che si rifletteva sull'acqua e se ne andarono senza di lui. Ha dovuto andare alla deriva/nuotare per circa 12 ore per raggiungere un'isola, diventando tutto coperto di vesciche e bruciato dal sole fino a diventare croccante. Quando è arrivato sull'isola nel cuore della notte, gli abitanti del villaggio hanno pensato che fosse un "fantasma bianco", quindi avevano davvero paura di lui. Quando finalmente lo aiutarono, si scoprì che nessuno sull'isola aveva credito telefonico, quindi era una missione anche provare a contattare la terraferma. È finito a casa sano e salvo, quindi alla fine c'è stato un lieto fine.

Abbiamo scoperto che il motivo per cui ha abbandonato la sua attrezzatura era perché ha trovato un raro pesce pagliaccio e stava cercando di catturarlo (l'attrezzatura era piuttosto pesante e avrebbe limitato i movimenti). L'ha preso e l'ha tenuto per tutta la sua prova. Quando è tornato ha vissuto per un po' in un acquario nel suo ufficio.

Morale della favola: non immergerti MAI da solo, non importa quanto tu sia esperto.

Crediti immagine: GrannysMeatCurtains

#24

Immersioni a Gordon Rocks nelle Galapagos. Speravamo di vedere gli squali martello che frequentano la zona. Questo è un pinnacolo circondato da acque profonde e forti correnti. La nostra guida ci ha tenuti aggrappati alle rocce e aspettare di vedere chi è passato. Mentre stavamo aspettando, un gruppo di 10 squali di barriera volava sopra di noi mentre due morey lager facevano capolino a pochi metri di distanza, aprendo la bocca facendoci sapere che facevano sul serio. Inutile dire che ero un po' nervoso e mi bruciavo l'aria a un ritmo rapido. Improvvisamente apparve un gruppo di dozzine di squali martello. Non avevamo davvero discusso di cosa avremmo fatto. La guida ci ha fatto cenno di seguirci e la prossima cosa che so che stiamo nuotando con la scuola di squali. Questo è durato solo pochi minuti prima che si staccassero dal gruppo. Abbiamo iniziato a spostarci nella nostra zona di sosta di sicurezza dove le correnti ci stavano spingendo in direzioni diverse quando improvvisamente ho esaurito l'aria. Non ricevi molti avvertimenti quando all'improvviso non c'è più niente. Quindi eccomi qui a circa 15 piedi sott'acqua incapace di raggiungere l'aria secondaria del mio partner, costretto a risalire in superficie quando dovrei ancora essere chiilin. Almeno la seconda volta che ho esaurito l'aria è stato un errore dell'utente da parte di mia moglie (immersione dell'anniversario) e sono stato in grado di raggiungere l'aria secondaria e tornare in superficie in sicurezza. Oh, e poi c'è stata la volta che si è tuffata nella sanguinosa parete della baia alle Cayman dove c'è un dislivello di 5000 piedi e il mio partner è stato costretto a uscire e ha continuato ad andare più in profondità quasi superando il limite ricreativo di 120 piedi circa. Se non l'avessi afferrata, potrebbe ancora cadere lentamente nell'abisso. Le immersioni sono super divertenti..

Crediti immagine: duzersb

#25

Non esattamente in profondità, ma stavo facendo la mia immersione di certificazione per la mia certificazione PADI basic open water diver. Ero a circa 35 piedi quando il mio erogatore ha iniziato a scorrere liberamente. Ci era stato insegnato a mettere la lingua contro il palato per respirare ancora in quello scenario e ha funzionato bene nella piscina a 70 gradi. Purtroppo mi trovavo in un lago a 40 gradi, la cui temperatura aggiunge un po' di stress e ansia a prescindere dalla profondità.

Stavo bene finché la tecnica della lingua non ha funzionato e ho afferrato il mio erogatore di riserva. Quando ho cercato di ripulirlo dall'acqua e respirare dal backup, ma sono comunque riuscito a succhiare l'acqua, sono andato nel panico. Per fortuna essendo un'immersione di certificazione e tutto, c'era un divemaster con il mio piccolo gruppo. Ho segnalato una salita di emergenza e io e lui siamo tornati in superficie. Ero in preda al panico come non l'avevo mai saputo prima o dopo. Ero convinto di essere morto. Una volta che siamo arrivati ​​in superficie, è stato abbastanza intelligente da raggiungere tra le mie braccia agitate e gonfiare il mio GAV. Dopo qualche secondo è riuscito a calmarmi, ma non sono riuscito a completare l'immersione. Ogni volta che la mia faccia andava sotto la superficie, iniziavo ad avere un attacco di panico.

Alla fine ho superato. Prima che fosse detto e fatto, ho ottenuto la mia certificazione avanzata, che prevedeva un'immersione a 110 piedi e una serie di altre sfide. Sfortunatamente dopo quell'incidente, l'immersione mi ha dato una forte ansia e sono arrivato al punto in cui non valeva più la pena andare avanti. È passato molto tempo da allora e non sono sicuro di come reagirei ora. Forse dopo tutto questo tempo mi divertirei di nuovo.

Crediti immagine: cancellati

#26

Mio padre stava pescando in apnea e ha quasi perso la mano, lo scroto e la gamba a causa di un'anguilla di 300 anni. Qualche breve retroscena (isola greca di Carpanthos 30 anni fa) c'era un mito di un'anguilla mostruosa di 323 anni (per coloro che non lo sanno, le anguille muoiono dopo l'accoppiamento, quindi vivono fino a circa 7 mesi, tuttavia se non lo fanno t amico, vivranno per un'eternità e continueranno a crescere) e la gente del posto ha detto a mio padre dov'era, e mio padre ha detto "sì certo che è solo un mito". Si è tuffato nella zona dove gli avevano detto che viveva e dopo alcune immersioni ha visto un polpo enorme e ha pensato, oh diavolo sì dato che era alto la metà della sua ed era sicuramente il polpo più grande che avesse mai catturato, quindi ha sparato è andato ad afferrarlo ma era ancora vivo e si è aggrappato alla roccia, quindi gli ha afferrato il braccio e non poteva nuotare (nessuna bombola d'aria tra l'altro) quindi ora gli era rimasto meno di un minuto di ossigeno ed era bloccato giù a 18 m (non così “profondo” ma decisamente profondo) e così ha tirato fuori il coltello, ha tagliato tra e sotto gli occhi del polpo, ha anche sollevato la chiazza di pelle che gli copriva il cervello ed è morto dopo 5 secondi e poi lo afferrò e iniziò ad infilarselo alla cintura sopra i pp. beh, guarda alla sua sinistra, e vede un fottuto siluro di un'anguilla, che urla verso di lui (le anguille amano il polpo, e c'è un detto, per ogni 2 polpi, c'è un'anguilla). Descrivervi l'anguilla è difficile, ma farò del mio meglio. Immagina una bocca delle dimensioni di una testa umana, quella era la bocca dell'anguilla. Mio padre stima che fosse largo circa 8-13 pollici e lungo almeno 7 piedi. Nuotò verso di lui, aprì la bocca e si afferrò al polpo, e iniziò a dimenarsi contro il polpo e poiché era attaccato alla cintura di mio padre, c'era un'anguilla proprio accanto ai suoi testicoli, mani e gambe, si sganciò la cintura , ha lasciato cadere tutto, la sua pistola, la sua traversa, la sua linea di galleggiamento. Si è appena lanciato in superficie, ha trascorso alcuni minuti in superficie prima di assicurarsi che avesse lasciato la sua attrezzatura, e ha nuotato giù per prendere la sua pistola e quant'altro. Non è mai tornato lì. Ma sulla stessa isola, anche lui è quasi svenuto dopo essere rimasto troppo a lungo a inseguire un pesce…

A proposito, se mio padre avesse perso le palle o se fosse svenuto, non sarei qui, quindi ringrazio quell'anguilla ogni sera prima di andare a letto lmao

Crediti immagine: https://www.reddit.com/r/AskReddit/comments/ilh6si/comment/g3t43gs/?utm_source=share&utm_medium=web2x&context=3

(Fonte: Bored Panda)