12 cameriere decidono di non presentarsi al lavoro dopo che il capo ha promosso “figlio di un amico” senza alcuna esperienza su di loro

Chiedere una promozione è tutt'altro che un compito piacevole, ma a volte sai che te lo meriti. Tuttavia, il pregiudizio di genere sta ancora mettendo a dura prova le donne e finché ci sono uomini ai vertici, le donne hanno difficoltà a mettersi sotto i riflettori. Quindi immagina di lavorare fino all'osso nel tuo settore preferito solo per vedere un collega maschio meno esperto ottenere l'aumento desiderato dopo solo poche settimane.

Questo è quello che è successo a Redditor HurryTeeniebeanie . Dato che questa donna ha condiviso la sua confessione sul noto subreddit di Anti Work, è facile dire che nulla al mondo sembra mai veramente giusto.

Vedete, l'utente e le sue colleghe lavorano nel loro ristorante da anni: hanno l'esperienza, conoscono tutti gli angoli e le fessure del business e si sentono pronte a farsi strada nella scala della carriera. Purtroppo, il manager sembrava avere un'opinione diversa quando ha deciso di promuovere invece un uomo inesperto. Continua a leggere per vedere come si è svolta l'intera storia.

Dopo aver lavorato per anni in un ristorante, una donna ha imparato quanto sia terribile il divario di promozione di genere

Crediti immagine: Ketut Subiyanto (non la foto reale)

Di recente ha condiviso sul subreddit di Anti Work come al suo collega maschio, che ha iniziato 5 settimane fa, è stata offerta una promozione desiderata dal suo manager

Crediti immagine: Vanessa Garcia (non la foto reale)

Il problema più diffuso del divario di promozione di genere è la convinzione inconscia dei reclutatori, afferma un esperto

"Gli uomini hanno maggiori probabilità di essere promossi rispetto alle donne negli Stati Uniti e nel Regno Unito", ha detto a Bored Panda Sally Heady, un career coach e ipnoterapeuta cognitivo . A titolo di esempio, ha citato uno studio di McKinsey e Leanin.org che ha valutato la rappresentazione delle donne nell'America aziendale. "Hanno scoperto che per ogni 100 uomini promossi al primo passaggio a manager, solo 86 donne vengono promosse".

"Questo si riferisce al 'grado rotto' che spiega perché un minor numero di donne viene quindi promosso a posizioni di leadership più elevate", ha spiegato. Per quanto riguarda il Regno Unito, un altro studio ha rilevato che 1 donna su 5 è stata ignorata per una promozione sul lavoro a favore di un collega maschio. È anche "significativamente meno probabile che venga loro offerta una promozione rispetto agli uomini dopo aver avuto figli".

Spesso i manager sottovalutano il potenziale delle donne e si rifiutano di dare la scalata desiderata al lavoro. Alla domanda su quali potrebbero essere le ragioni di ciò, Heady ha detto che c'è sempre la possibilità di malizia o sessismo palese da parte del reclutatore. "Tuttavia, credo che il problema più diffuso sia le convinzioni limitanti e inconsce che i reclutatori hanno riguardo ai ruoli di uomini, donne e all'aspetto di un leader di successo", ha aggiunto.

Secondo il career coach, potresti descrivere un grande leader come ambizioso, forte, visionario, strategico, carismatico e assertivo. "Come risultato del condizionamento sociale e del predominio storico maschile nelle posizioni di leadership, molte persone, consciamente o inconsciamente, assocerebbero ancora la parola 'forza' o 'ambizione' a un uomo".

“Che ce ne rendiamo conto o meno, abbiamo una predisposizione naturale a classificare 'tipi' di persone in determinati ruoli, semplicemente perché è più facile sul nostro carico mentale… Ecco perché l'allenamento sul pregiudizio inconscio è assolutamente cruciale per affrontare il divario di promozione. Il pregiudizio inconscio è più pericoloso del sessismo palese in molti modi perché le persone non si rendono nemmeno conto dell'impatto che le norme sociali, i condizionamenti e le convinzioni personali hanno sul loro processo decisionale. Senza quella consapevolezza, il problema continua".

Parlando della situazione di HurryTeeniebeanie, ci sono diverse cose da dire sulla gestione. In primo luogo, hanno preso questa decisione "sulla base del loro pregiudizio conscio o inconscio nei confronti degli uomini al comando" e "hanno bisogno di una formazione sul potere del pregiudizio inconscio". In secondo luogo, "hanno promosso l'uomo a causa di una relazione preesistente, un rapporto naturale a causa di convinzioni e valori condivisi o l'istinto del modello 'familiare' di leadership presentato dall'uomo".

"Se queste possibilità sono vere, allora indicherebbe il management che non è impegnato ad affrontare l'uguaglianza di genere nella leadership, il che è molto deludente nel 2022".

Situazioni come queste possono portare a sentirsi meno sicure di sé e intralciare le donne che mostrano la loro piena genialità in un ruolo di leadership

"Può essere davvero scoraggiante per le donne che vogliono progredire e perseguire opportunità di leadership se non hanno fiducia che la loro domanda sarà presa in considerazione in modo equo", ha osservato Heady. Le donne possono iniziare a chiedersi "qual è il punto se non ho intenzione di ottenerlo", il che potrebbe portare a scarsi risultati nelle interviste.

Trovarsi in un circolo vizioso di sentirsi meno sicuri e più stressati “potrebbe intralciare le donne che mostrano il loro pieno potere e brillantezza in un ruolo di leadership. Per alcune donne, questo potrebbe anche comportare il non preoccuparsi di fare domanda per la promozione perché non si sentono supportate o perché non hanno il "sostegno" della loro organizzazione, il che è un vero peccato".

Tuttavia, se stai cercando una posizione di leadership, Heady ha suggerito che è importante incarnare un forte senso di fiducia nelle tue capacità. "Le donne sono note per essere meno a loro agio con l'autopromozione, ma questo non aiuterà le tue possibilità di essere promossa", ha detto e ha aggiunto che non dovresti comportarti in modo odioso o arrogante. "Alcuni dei leader di maggior impatto sono molto umili e hanno una calma fiducia nella loro capacità di portare a termine il lavoro".

Secondo lei, c'è un grande potere nella mente inconscia e i reclutatori potrebbero decidere se promuoverti o meno entro i primi secondi dall'incontro con te. "Esercitati a trattenerti e ad adattare il tuo linguaggio del corpo per riflettere sicurezza e fiducia in te stesso in modo da instillare lo stesso livello di fiducia nella persona che ti sta reclutando", ha raccomandato di collegarti a un ricordo di quando ti sei sentito più sicuro di te.

“Anche se c'è ancora molta strada da fare per affrontare la disuguaglianza sul posto di lavoro, per favore non perderti d'animo e continua se vuoi una promozione. Il mondo ha bisogno di donne leader e voci come mai prima d'ora. Puoi essere un leader e puoi farlo a modo tuo. Non schiacciarti nel modello maschile di leadership se non ti fa sentire bene”, ha concluso.

Questo è ciò che la gente aveva da dire su tutto questo incidente

Il post 12 cameriere decidono di non presentarsi al lavoro dopo che il capo ha promosso "Figlio di un amico" senza alcuna esperienza su di loro è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)